Due arresti e un ferito grave per una lite in un bar

Due arresti e un ferito grave per una lite in un bar
Cronaca 29 Agosto 2015 ore 06:06

NOVARA - Due feriti, di cui uno con lesioni permanenti al volto, e due arresti. Questo il bilancio di una violenta lite avvenuta in un bar di corso Vercelli nella serata dello scorso 16 maggio. I due arresti sono arrivati negli scorsi giorni, a tre mesi dall’episodio, a seguito di un’articolata indagine condotta dagli agenti della Squadra Mobile della Questura di Novara.

A essere raggiunti da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, eseguita dalla Polizia, sono stati un italiano, Antonio Minerva, e un albanese, Albert Sulo. Entrambi, a quanto risulta, risiedono in città. Per loro l’accusa, al momento, è di lesioni personali gravi, aggravate, in concorso.

A rimanere feriti erano stati due italiani, colpiti durante l’alterco, da quanto emerge, anche con una bottiglia.

Immediate le indagini della Polizia, che ha ascoltato tutti i testimoni presenti quella sera e ha, quindi, esaminato i filmati forniti dalle telecamere di un distributore di benzina non lontano dal luogo dell’aggressione.

Le indagini sono tutt’ora in corso, soprattutto alla ricerca di cosa possa aver scatenato la violenta lite, che, da quanto emerso sinora, sembra essere dovuta a futili motivi. Giovedì mattina, per i due, c’è stata la convalida dell’arresto.

mo.c.


NOVARA - Due feriti, di cui uno con lesioni permanenti al volto, e due arresti. Questo il bilancio di una violenta lite avvenuta in un bar di corso Vercelli nella serata dello scorso 16 maggio. I due arresti sono arrivati negli scorsi giorni, a tre mesi dall’episodio, a seguito di un’articolata indagine condotta dagli agenti della Squadra Mobile della Questura di Novara.

A essere raggiunti da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, eseguita dalla Polizia, sono stati un italiano, Antonio Minerva, e un albanese, Albert Sulo. Entrambi, a quanto risulta, risiedono in città. Per loro l’accusa, al momento, è di lesioni personali gravi, aggravate, in concorso.

A rimanere feriti erano stati due italiani, colpiti durante l’alterco, da quanto emerge, anche con una bottiglia.

Immediate le indagini della Polizia, che ha ascoltato tutti i testimoni presenti quella sera e ha, quindi, esaminato i filmati forniti dalle telecamere di un distributore di benzina non lontano dal luogo dell’aggressione.

Le indagini sono tutt’ora in corso, soprattutto alla ricerca di cosa possa aver scatenato la violenta lite, che, da quanto emerso sinora, sembra essere dovuta a futili motivi. Giovedì mattina, per i due, c’è stata la convalida dell’arresto.

mo.c.