Cronaca
Tragedia

Escursionista 66enne fulminato da malore in montagna. Nel 2008 aveva perso la figlia 23enne sull’Argentera

La passione per l'alpinismo ha unito padre e figlia in un drammatico destino.

Escursionista 66enne fulminato da malore in montagna. Nel 2008 aveva perso la figlia 23enne sull’Argentera
Cronaca 01 Ottobre 2021 ore 06:16

Escursionista 66enne fulminato da malore in montagna. Nel 2008 aveva perso la figlia 23enne sull’Argentera. La passione per l’alpinismo ha unito padre e figlia in un drammatico destino.

Escursionista 66enne fulminato da malore in montagna

Si era messo in viaggio fin dalla mattinata di martedì 28 settembre, ma con il passare delle ore non si era più avuto alcuna sua notizia. Verso le 20.30 è scattato l’allarme da parte dei familiari che non lo hanno più visto rientrare: un escursionista 66enne, Pierpaolo Bertaina, di Centallo è stato trovato senza vita sotto la cima Mirauda, nel Cuneese, intorno a quota 2000 metri a valle del Gias Vaccarile, molto probabilmente deceduto a causa di un malore. Lo riporta Prima Cuneo.

L’azione dei soccorritori

Le squadre del Sasp e del Soccorso alpino della Guardia di finanza, unitamente ai vigili del fuoco, si sono portate al Pian delle Gorre dove hanno iniziato a battere i sentieri a piedi. Intorno a mezzanotte il ritrovamento del corpo ormai senza vita.

Nel 2008 perse la figlia sull’Argentera

La famiglia di Bertaina era già stata colpita da un grave lutto per un incidente in montagna quando nel 2008 la figlia più grande dell’uomo, Chiara, all’epoca 23enne, morì precipitando dalla parete sud del monte Argentera in valle Gesso. La giovane era finita su un ghiacciaio ed era morta sul colpo sotto gli occhi degli amici. Una passione per la montagna che ha unito padre e figlia anche in un tragico destino.