Cronaca

Fermato per un controllo, accusa gli agenti di averlo malmenato

Fermato per un controllo, accusa gli agenti di averlo malmenato
Cronaca 12 Novembre 2015 ore 16:45

NOVARA – Alla sbarra con l’accusa di calunnia nei confronti di quattro poliziotti che ormai quasi sei anni fa lo avevano bloccato in strada per alcune intemperanze, arrestandolo per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale, è stato condannato a due anni di reclusione.

Protagonista della vicenda un ex pugile 30enne di Novara, difeso dall’avvocato Pamela Ranghino. La sentenza a Palazzo Fossati. Due anni era stata la richiesta stessa del pm all’ultima udienza. La difesa aveva chiesto l’assoluzione o, in caso di condanna, una pena più lieve.

L’uomo, in occasione di una visita al nosocomio cittadino, aveva riferito di essere stato vittima di una serie di maltrattamenti da parte degli agenti. “Mi hanno picchiato”, aveva riferito al personale sanitario. Una situazione che, durante il processo, non è emersa e non ha trovato alcun riscontro. Da qui la condanna nei confronti dell’uomo. I poliziotti, parte civile con l’avvocato Maurizio Gambaro, saranno risarciti come stabilito dal Tribunale.

mo.c.


NOVARA – Alla sbarra con l’accusa di calunnia nei confronti di quattro poliziotti che ormai quasi sei anni fa lo avevano bloccato in strada per alcune intemperanze, arrestandolo per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale, è stato condannato a due anni di reclusione.

Protagonista della vicenda un ex pugile 30enne di Novara, difeso dall’avvocato Pamela Ranghino. La sentenza a Palazzo Fossati. Due anni era stata la richiesta stessa del pm all’ultima udienza. La difesa aveva chiesto l’assoluzione o, in caso di condanna, una pena più lieve.

L’uomo, in occasione di una visita al nosocomio cittadino, aveva riferito di essere stato vittima di una serie di maltrattamenti da parte degli agenti. “Mi hanno picchiato”, aveva riferito al personale sanitario. Una situazione che, durante il processo, non è emersa e non ha trovato alcun riscontro. Da qui la condanna nei confronti dell’uomo. I poliziotti, parte civile con l’avvocato Maurizio Gambaro, saranno risarciti come stabilito dal Tribunale.

mo.c.