Fiamme Gialle: controllati distributori di carburante tra Arona e Borgomanerese

Fiamme Gialle: controllati distributori di carburante tra Arona e Borgomanerese
Cronaca 09 Settembre 2015 ore 15:40

BORGOMANERO - Vari  distributori stradali di carburante sono stati ispezionati dalla Compagnia della Guardia di Finanza di Borgomanero nei comuni di Arona, Marano Ticino, Suno, Invorio, Bogogno, Orta San Giulio e Miasino, il tutto nel Novarese, nell’ambito di un piano di controlli a tutela delle disposizioni contemplate dalla normativa tributaria relativa alle accise sui prodotti energetici e delle correlate disposizioni in materia di Iva, imposte dirette e Irap.

Le attività ispettive hanno preso in esame anche le licenze d’esercizio, le certificazioni di prevenzione incendi e la disciplina sulla corretta esposizione dei prezzi dei carburanti.

Le irregolarità contestate comprendono violazioni al Testo unico sulle accise per irregolarità nella tenuta del registro di carico e scarico, violazioni sostanziali in materia di imposte sui redditi che hanno portato alla contestazione di elementi positivi di reddito non contabilizzati per complessivi 5.753 euro, violazioni sostanziali in materia di imposta sul valore aggiunto per omessa documentazione e registrazione di operazioni imponibili, per complessivi 1.287 euro e omessa auto-fatturazione di beni in acquisto per 191 euro.

Gli impianti controllati, spiega la Finanza in una nota stampa, “sono stati selezionati sulla base di una mirata “analisi di rischio” che tiene conto anche delle informazioni raccolte dai finanzieri nel corso delle attività di controllo economico del territorio e delle segnalazioni circostanziate pervenute al numero di pubblica utilità 117. L’attività ispettiva, svolta mediante il raffronto delle giacenze contabili, desumibili dalla tenuta della documentazione contabile, con le giacenze effettive, riscontrate dalle Fiamme Gialle in sede di accesso ispettivo, ha permesso di far emergere, tra l’altro, deficienze di carburante oltre i cali legali per 1.339 litri di benzina e 3.452 di gasolio per autotrazione”.

mo.c.


BORGOMANERO - Vari  distributori stradali di carburante sono stati ispezionati dalla Compagnia della Guardia di Finanza di Borgomanero nei comuni di Arona, Marano Ticino, Suno, Invorio, Bogogno, Orta San Giulio e Miasino, il tutto nel Novarese, nell’ambito di un piano di controlli a tutela delle disposizioni contemplate dalla normativa tributaria relativa alle accise sui prodotti energetici e delle correlate disposizioni in materia di Iva, imposte dirette e Irap.

Le attività ispettive hanno preso in esame anche le licenze d’esercizio, le certificazioni di prevenzione incendi e la disciplina sulla corretta esposizione dei prezzi dei carburanti.

Le irregolarità contestate comprendono violazioni al Testo unico sulle accise per irregolarità nella tenuta del registro di carico e scarico, violazioni sostanziali in materia di imposte sui redditi che hanno portato alla contestazione di elementi positivi di reddito non contabilizzati per complessivi 5.753 euro, violazioni sostanziali in materia di imposta sul valore aggiunto per omessa documentazione e registrazione di operazioni imponibili, per complessivi 1.287 euro e omessa auto-fatturazione di beni in acquisto per 191 euro.

Gli impianti controllati, spiega la Finanza in una nota stampa, “sono stati selezionati sulla base di una mirata “analisi di rischio” che tiene conto anche delle informazioni raccolte dai finanzieri nel corso delle attività di controllo economico del territorio e delle segnalazioni circostanziate pervenute al numero di pubblica utilità 117. L’attività ispettiva, svolta mediante il raffronto delle giacenze contabili, desumibili dalla tenuta della documentazione contabile, con le giacenze effettive, riscontrate dalle Fiamme Gialle in sede di accesso ispettivo, ha permesso di far emergere, tra l’altro, deficienze di carburante oltre i cali legali per 1.339 litri di benzina e 3.452 di gasolio per autotrazione”.

mo.c.