“Galliateland”, il paese dei balocchi esiste

“Galliateland”, il paese dei balocchi esiste
11 Giugno 2015 ore 21:42

GALLIATE – Galliate è davvero… il paese dei balocchi. Con “Galliateland” il prossimo weekend la città diventerà “di proprietà” di tutti i bambini. I viali, il centro storico e la piazza verranno chiusi al traffico e saranno installati gonfiabili, giochi antichi, giostrine, un “toro meccanico”, pony, truccabimbi e tutto quello che può far divertire un bambino.  L’accesso all’area sarà libero mentre per accedere alle attrazioni basterà acquistare presso i commercianti galliatesi un buono che darà diritto a un braccialetto col quale i   bimbi potranno avere un divertimento illimitato per tutte le giornate e parte del ricavato verrà devoluto in beneficenza alle scuole galliatesi. Trasformandosi in moderni Pinocchio e Lucignolo i bambini di Galliate (e non solo) aiuteranno le loro scuole divertendosi.

GALLIATE – Galliate è davvero… il paese dei balocchi. Con “Galliateland” il prossimo weekend la città diventerà “di proprietà” di tutti i bambini. I viali, il centro storico e la piazza verranno chiusi al traffico e saranno installati gonfiabili, giochi antichi, giostrine, un “toro meccanico”, pony, truccabimbi e tutto quello che può far divertire un bambino.  L’accesso all’area sarà libero mentre per accedere alle attrazioni basterà acquistare presso i commercianti galliatesi un buono che darà diritto a un braccialetto col quale i   bimbi potranno avere un divertimento illimitato per tutte le giornate e parte del ricavato verrà devoluto in beneficenza alle scuole galliatesi. Trasformandosi in moderni Pinocchio e Lucignolo i bambini di Galliate (e non solo) aiuteranno le loro scuole divertendosi.

L’iniziativa – che è organizzata dall’assessorato al Commercio in collaborazione con l’Associazione Genitori e il Comitato Commercianti – è la prima del genere mai messa in campo e, a giudicare dal riscontro ottenuto nelle prime giornate di pubblicizzazione, promette di essere un grande successo. «Non appena ho postato su Facebook le prime notizie – dice il sindaco Davide Ferrari – mi sono subito reso conto che, oltre ai “like”, ho ottenuto un gran numero di condivisioni. A testimonianza del fatto che l’idea piace e che c’è molto interesse. Anche ai commercianti la manifestazione è piaciuta molto e sono stati in tanti, fin a subito, a garantirci la loro collaborazione. Prova ne è il fatto che i 300 buoni che avevamo distribuito all’inizio tra gli esercenti sono andati subito a ruba e abbiamo dovuto farne ristampare altri: ad oggi siamo a quota 700».

Inoltre, visto l’ottimo riscontro ottenuto, «abbiamo chiesto ai negozianti di partecipare in modo ancora più diretto, proponendo qualcosa di mirato ad un pubblico giovanissimo. E c’è già chi ha accettato con entusiasmo: dai pop corn allo zucchero filato, dai palloncini a un “baby menu”… Tutto ruoterà attorno ai più piccoli: saranno loro i “padroni” della città». 

Laura Cavalli

Leggi di più sul Corriere di Novara di giovedì 11 giugno 2015

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei