Giacomini, restituiti al Fisco 26 milioni

Giacomini, restituiti al Fisco 26 milioni
Cronaca 22 Gennaio 2015 ore 16:34

VERBANIA - Tutto era partito dall’uscita dalla omonima rubinetteria dei rami famigliari facenti capo ai due fratelli del fondatore Alberto Giacomini, ovvero Mario e Giovanni, nel 2008. Sette i beneficiari di 220 milioni a titolo di indennità per la rinuncia ai diritti di liquidazione delle rispettive quote di partecipazione al “Giacomini trust”. Solo che soltanto una parte sarebbe stata denunciata al Fisco, il resto in nero. Ora, nell’ambito del procedimento giudiziario per evasione, c’ è un accordo col Fisco per la restituzione di 26 milioni.

 

VERBANIA - Tutto era partito dall’uscita dalla omonima rubinetteria dei rami famigliari facenti capo ai due fratelli del fondatore Alberto Giacomini, ovvero Mario e Giovanni, nel 2008. Sette i beneficiari di 220 milioni a titolo di indennità per la rinuncia ai diritti di liquidazione delle rispettive quote di partecipazione al “Giacomini trust”. Solo che soltanto una parte sarebbe stata denunciata al Fisco, il resto in nero. Ora, nell’ambito del procedimento giudiziario per evasione, c’ è un accordo col Fisco per la restituzione di 26 milioni.

m.r./p.v.

 

Leggi tutto sul Corriere di Novara di giovedì 22 gennaio