Cronaca

Giovane commessa trovata morta nella sua abitazione di Briona

Giovane commessa trovata morta nella sua abitazione di Briona
Cronaca 01 Maggio 2015 ore 10:49

BRIONA - Un lutto improvviso e difficile da accettare. Francesca Ruzza, classe 1980, è mancata improvvisamente martedì mattina nella casa di via Nazionale dove viveva da circa 5 anni con il compagno Alberto Cavigioli. Rimasta a casa dal lavoro a seguito di una indisposizione si pensava di poco conto, la solita influenza di stagione, Francesca si è sentita male in casa durante la mattinata ed è deceduta senza che nessuno potesse fare nulla per salvarla. E’ stato il compagno Alberto, recatosi come ogni giorno al lavoro, dopo alcuni tentativi andati a vuoto di contattarla telefonicamente, ad avvisare i familiari, che abitano nello stesso stabile. Intorno alle undici la nonna è dunque salita nella abitazione della giovane coppia, al piano superiore, e ha fatto la tremenda scoperta: la ragazza era esanime nel bagno, ormai priva di vita. Colpita da un improvviso malore, a nulla sono valsi gli interventi degli operatori del Gres di Sizzano e dell’elisoccorso del 118 subito allertati.
Francesca Ruzza abitava a Briona da circa cinque anni, nella casa del compagno Alberto dove risiede anche la sua famiglia, molto conosciuta a Briona. Il padre Mauro gestisce la macelleria del paese, ultimo esponente di una generazione di macellai rinomati anche fuori paese. Originaria di Pernate, Francesca aveva frequentato l’I.T. Mossotti e lavorava presso il Carrefour di viale Giulio Cesare a Novara insieme al compagno Alberto, con il quale aveva già programmato per luglio una vacanza a cui teneva moltissimo. In paese la si vedeva di rado. Con Alberto preferiva frequentare gli amici e le amiche che oggi la ricordano con immenso dolore. Ilenia non trova le parole per descrivere la perdita di «una amica con la A maiuscola, una ragazza solare, allegra che due anni fa ha saputo affrontare con grande coraggio la perdita del padre. La mattina e la sera mandava il buongiorno e la buona notte a tutti noi, ed era sempre presente per ogni necessità».

Giancarlo Tornaco

BRIONA - Un lutto improvviso e difficile da accettare. Francesca Ruzza, classe 1980, è mancata improvvisamente martedì mattina nella casa di via Nazionale dove viveva da circa 5 anni con il compagno Alberto Cavigioli. Rimasta a casa dal lavoro a seguito di una indisposizione si pensava di poco conto, la solita influenza di stagione, Francesca si è sentita male in casa durante la mattinata ed è deceduta senza che nessuno potesse fare nulla per salvarla. E’ stato il compagno Alberto, recatosi come ogni giorno al lavoro, dopo alcuni tentativi andati a vuoto di contattarla telefonicamente, ad avvisare i familiari, che abitano nello stesso stabile. Intorno alle undici la nonna è dunque salita nella abitazione della giovane coppia, al piano superiore, e ha fatto la tremenda scoperta: la ragazza era esanime nel bagno, ormai priva di vita. Colpita da un improvviso malore, a nulla sono valsi gli interventi degli operatori del Gres di Sizzano e dell’elisoccorso del 118 subito allertati.
Francesca Ruzza abitava a Briona da circa cinque anni, nella casa del compagno Alberto dove risiede anche la sua famiglia, molto conosciuta a Briona. Il padre Mauro gestisce la macelleria del paese, ultimo esponente di una generazione di macellai rinomati anche fuori paese. Originaria di Pernate, Francesca aveva frequentato l’I.T. Mossotti e lavorava presso il Carrefour di viale Giulio Cesare a Novara insieme al compagno Alberto, con il quale aveva già programmato per luglio una vacanza a cui teneva moltissimo. In paese la si vedeva di rado. Con Alberto preferiva frequentare gli amici e le amiche che oggi la ricordano con immenso dolore. Ilenia non trova le parole per descrivere la perdita di «una amica con la A maiuscola, una ragazza solare, allegra che due anni fa ha saputo affrontare con grande coraggio la perdita del padre. La mattina e la sera mandava il buongiorno e la buona notte a tutti noi, ed era sempre presente per ogni necessità».

Giancarlo Tornaco