Giovane novarese denunciato per simulazione di reato

Giovane novarese denunciato per simulazione di reato
Cronaca 18 Settembre 2015 ore 22:58

NOVARA – Un giovane novarese è stato denunciato dalla Polizia di Stato per simulazione di reato.

L’uomo si è presentato agli uffici della Questura, raccontando di essere vittima di alcuni ignoti, che, a suo dire, si erano sostituiti a lui, attivando una pratica di finanziamento per l’acquisto di un’autovettura di seconda mano in una concessionaria cittadina. Dagli accertamenti condotti dalla Polizia è, però, emersa ben altra verità. Ossia che il denunciante aveva in prima persona contrattato l’acquisto dell’auto e la connessa pratica di finanziamento, salvo poi non procedere al pagamento di numerose rate. Da qui lo stratagemma di denunciare che ignoti malfattori si fossero a lui sostituiti, usando i suoi dati, documenti e riferimenti e che così, a sua insaputa, l’avessero intrappolato in una pratica finanziaria.

Ora l’uomo dovrà rispondere del reato di simulazione di reato, peraltro aggravata dalla circostanza di aver commesso il fatto per occultare altro reato, ovvero il reato di truffa ai danni della società alla quale avevo acceso il finanziamento per l’acquisto della vettura.

mo.c.


NOVARA – Un giovane novarese è stato denunciato dalla Polizia di Stato per simulazione di reato.

L’uomo si è presentato agli uffici della Questura, raccontando di essere vittima di alcuni ignoti, che, a suo dire, si erano sostituiti a lui, attivando una pratica di finanziamento per l’acquisto di un’autovettura di seconda mano in una concessionaria cittadina. Dagli accertamenti condotti dalla Polizia è, però, emersa ben altra verità. Ossia che il denunciante aveva in prima persona contrattato l’acquisto dell’auto e la connessa pratica di finanziamento, salvo poi non procedere al pagamento di numerose rate. Da qui lo stratagemma di denunciare che ignoti malfattori si fossero a lui sostituiti, usando i suoi dati, documenti e riferimenti e che così, a sua insaputa, l’avessero intrappolato in una pratica finanziaria.

Ora l’uomo dovrà rispondere del reato di simulazione di reato, peraltro aggravata dalla circostanza di aver commesso il fatto per occultare altro reato, ovvero il reato di truffa ai danni della società alla quale avevo acceso il finanziamento per l’acquisto della vettura.

mo.c.