Cronaca

“Hackerati” due siti medici

“Hackerati”  due siti medici
Cronaca 03 Dicembre 2015 ore 05:16

NOVARA - Quasi sicuramente uno scherzo (di cattivo gusto), ma di questi tempi - lo dicono le stesse autorità - nessun “segnale” può essere ignorato o anche solo trascurato, e quindi doverose le opportune verifiche in primis da parte della Polizia postale, cui la vicenda ci risulta sia stata segnalata. Chi la settimana scorsa digitava l’indirizzo dei siti web del Crimedim (Centro di ricerca interdipartimentale in medicina di emergenza e dei disastri e di informatica applicata alla didattica e alla pratica medica) e del Simnova (Centro interdipartimentale di didattica innovativa e di simulazione in medicina e professioni sanitarie), entrambi facenti capo alla “Avogadro”, si trovava una strana (e inquietante) pagina in inglese dal titolo “Hacked by Viirus linux-Tunisian Fallaga Team”. In pratica i due siti sono stati “hackerati”, ovvero sostituiti dalla suddetta pagina. Tutto ruotante sul concetto di un Islam presunta vittima delle altre religioni. Un paio di frasi (tradotte), giusto per rendere l’idea: “Perché l’Islam non attacca nessuna altra religione e tutte le altre religioni vogliono distruggere l’Islam?” “Quando ci difendiamo veniamo chiamati terroristi?”, con il resto misto appunto fra vittimismo e propaganda.

p.v.

leggi l’articolo integrale sul Corriere di Novara di giovedì 3 dicembre

NOVARA - Quasi sicuramente uno scherzo (di cattivo gusto), ma di questi tempi - lo dicono le stesse autorità - nessun “segnale” può essere ignorato o anche solo trascurato, e quindi doverose le opportune verifiche in primis da parte della Polizia postale, cui la vicenda ci risulta sia stata segnalata. Chi la settimana scorsa digitava l’indirizzo dei siti web del Crimedim (Centro di ricerca interdipartimentale in medicina di emergenza e dei disastri e di informatica applicata alla didattica e alla pratica medica) e del Simnova (Centro interdipartimentale di didattica innovativa e di simulazione in medicina e professioni sanitarie), entrambi facenti capo alla “Avogadro”, si trovava una strana (e inquietante) pagina in inglese dal titolo “Hacked by Viirus linux-Tunisian Fallaga Team”. In pratica i due siti sono stati “hackerati”, ovvero sostituiti dalla suddetta pagina. Tutto ruotante sul concetto di un Islam presunta vittima delle altre religioni. Un paio di frasi (tradotte), giusto per rendere l’idea: “Perché l’Islam non attacca nessuna altra religione e tutte le altre religioni vogliono distruggere l’Islam?” “Quando ci difendiamo veniamo chiamati terroristi?”, con il resto misto appunto fra vittimismo e propaganda.

p.v.

leggi l’articolo integrale sul Corriere di Novara di giovedì 3 dicembre