Cronaca

I Carabinieri individuano in città un latitante di 53 anni

I Carabinieri individuano in città un latitante di 53 anni
Cronaca 23 Gennaio 2016 ore 19:57

NOVARA - Non solo prevenzione dei reati e dissuasione. I serrati controlli condotti recentemente con l’aiuto della Compagnia di Intervento Operativo ha consentito ai militari di Novara di stanare un latitante che si nascondeva in un bar del capoluogo gaudenziano.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, in sinergia con il Cio del 3° Reggimento Carabinieri Lombardia, durante i controlli dei locali pubblici eseguiti venerdì 22 gennaio hanno trovato Nikoll Korriku, 53enne, cittadino albanese residente a Treviglio, nel Bergamasco, di fatto senza fissa dimora, colpito da due mesi da un provvedimento di cattura emesso dal Tribunale di Bergamo. Deve scontare una custodia cautelare in carcere in seguito alla condanna per i reati di furto aggravato, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. L’uomo, scovato in un locale di via San Francesco d’Assisi,  è stato arrestato e portato in carcere.

Nel corso dello stesso servizio, i militari sono anche intervenuti in un negozio del centro, perché  proprio durante la loro presenza in città una 31enne marocchina stava tentando di sottrarre un giubbotto da un negozio di abbigliamento, giubbotto del valore di circa 60 euro. La donna, identificata, è stata denunciata in stato di libertà.

mo.c.


NOVARA - Non solo prevenzione dei reati e dissuasione. I serrati controlli condotti recentemente con l’aiuto della Compagnia di Intervento Operativo ha consentito ai militari di Novara di stanare un latitante che si nascondeva in un bar del capoluogo gaudenziano.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, in sinergia con il Cio del 3° Reggimento Carabinieri Lombardia, durante i controlli dei locali pubblici eseguiti venerdì 22 gennaio hanno trovato Nikoll Korriku, 53enne, cittadino albanese residente a Treviglio, nel Bergamasco, di fatto senza fissa dimora, colpito da due mesi da un provvedimento di cattura emesso dal Tribunale di Bergamo. Deve scontare una custodia cautelare in carcere in seguito alla condanna per i reati di furto aggravato, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. L’uomo, scovato in un locale di via San Francesco d’Assisi,  è stato arrestato e portato in carcere.

Nel corso dello stesso servizio, i militari sono anche intervenuti in un negozio del centro, perché  proprio durante la loro presenza in città una 31enne marocchina stava tentando di sottrarre un giubbotto da un negozio di abbigliamento, giubbotto del valore di circa 60 euro. La donna, identificata, è stata denunciata in stato di libertà.

mo.c.


 

Seguici sui nostri canali