Menu
Cerca
Un esempio virtuoso

I castellettesi scendono in campo contro l’abbandono di rifiuti nelle aree verdi

Sono i cittadini stessi a scegliere di lottare contro il degrado e per tutelare l'ambiente

I castellettesi scendono in campo contro l’abbandono di rifiuti nelle aree verdi
Cronaca Arona, 31 Marzo 2021 ore 07:00

I castellettesi si organizzano autonomamente per ripulire le aree verdi del paese dai rifiuti abbandonati.

Nasce il comitato “Rispettiamo il territorio castellettese”

E’ partito da poco, ma il nuovo progetto ambientalista lanciato dai cittadini castellettesi in collaborazione con l’Amministrazione comunale ha già riscosso un notevole successo. “Rispettiamo il territorio castellettese”: è questo il nome del nuovo comitato che ha come finalità la sensibilizzazione alla tutela ambientale e alla corretta raccolta differenziata e come azione concreta l’organizzazione di interventi atti a coinvolgere i cittadini nella raccolta dei rifiuti abbandonati. Tutto è partito quasi in modo casuale, ma dalle prime segnalazioni degli abitanti del circondario, grazie all’impegno nel coordinamento dell’Amministrazione, è nato un progetto davvero ambizioso.

Un’iniziativa nata dal basso

“Qualche mese fa sono stato contattato da alcuni cittadini di Pozzola – dice il sindaco Massimo Stilo – poi un altro cittadino mi ha contattato con le stesse richieste, e poi qualche tempo dopo ancora un altro. Tutti segnalavano la presenza nei boschi e nelle nostre aree verdi di immondizia e rifiuti abbandonati e proponevano di fare qualcosa di concreto per risolvere il problema. Con il Comune e la Commissione ambiente abbiamo voluto coordinare questi sforzi singoli e ci siamo trovati tutti insieme per formare un gruppo organizzato. Lo scopo non è quello di andare a sostituire l’organizzazione della giornata ecologica, ma di contrastare gli episodi di inciviltà nei nostri boschi, tutelando l’ambiente e diffondendo la cultura del senso civico”. Le persone coinvolte nel progetto si organizzano per raccogliere, singolarmente, o in gruppi familiari e non a squadre, i rifiuti e gli ingombranti abbandonati nelle aree verdi. Al Comune spetta invece il compito di organizzare lo smaltimento dei rifiuti raccolti, trasportandoli fino alla piattaforma ecologica. Ovviamente l’iniziativa si è dovuta momentaneamente interrompere in corrispondenza del passaggio in zona rossa di tutto il Piemonte, ma i primi risultati raggiunti sono estremamente incoraggianti. Nel corso della prima domenica di attività del gruppo, lo scorso 7 marzo, sono stati raccolti oltre 500 chilogrammi di indistinto oltre a vetro e lattine. Ben quattro camion carichi di rifiuti sono partiti alla volta della discarica.

Il gruppo sta raccogliendo moltissimi consensi

“Grazie ai social – dicono i volontari del gruppo – è stato semplice è immediato proporre e portare avanti questa iniziativa. Abbiamo creato un gruppo Facebook aperto a tutti i cittadini castellettesi che condividono le nostre finalità, chiamato “Rispettiamo il territorio castellettese””. In poche settimane il gruppo Facebook ha raggiunto quota 130 iscritti. “Vedere quanti cittadini hanno accolto questo appello – dice il sindaco – mi riempie di orgoglio. E’ significativo vedere tante persone in pista per un progetto così importante. Anche chi magari in passato non ha mai partecipato a iniziative di questo tipo si è messo in gioco in prima persona e sta facendo la sua parte per tenere pulito il nostro paese. Credo che l’idea alla base di questo gruppo possa essere da esempio anche in altre realtà”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli