Cronaca

I ladri non rispettano neanche la Commemorazione dei defunti

I ladri non rispettano neanche la Commemorazione dei defunti
Cronaca 31 Ottobre 2015 ore 16:57

NOVARA - «Non c’è rispetto per i defunti nemmeno in questi giorni di ricordo». La considerazione amara è di Valeria Allara una lettrice che ha segnalato l’ennesimo episodio illegale avvenuto al cimitero comunale di Novara. «Mi sono recata al camposanto nella giornata di giovedì al V recinto. Ho subito notato che nei due loculi vicini dove sono sepolti i miei nonni erano stati tagliati i fiori in bronzo che da dieci anni erano collocati in loco. Anche dai loculi di altri defunti di mia conoscenza erano stati asportati i fiori, tagliati, probabilmente con un tronchesino, data la consistenza del bronzo. Solo nella secondo fila di loculi erano quattro quelli “colpiti” dai ladri, ma facendo un giro ho potuto notarne altri con i fiori recisi. Si erano salvati solo quelli delle fila in alto». La signora Allara prosegue: « Ho chiesto a chi me li aveva venduti del perchè di questo furto è mi è stato risposto che nei fiori oltre al bronzo c’è una percentuale minima di rame, ma è quasi irrisoria. Costavano 100 euro a gruppo. Ora ho chiesto di svuotare il vaso dal basamento per utilizzare il vaso per metterci dentro dei fiori freschi».
In conclusione la lettrice pone una domanda: «Possibile che tutte le notti i ladri riescono a fare quello che vogliono al cimitero, è un mese che vanno avanti».

m.d.

NOVARA - «Non c’è rispetto per i defunti nemmeno in questi giorni di ricordo». La considerazione amara è di Valeria Allara una lettrice che ha segnalato l’ennesimo episodio illegale avvenuto al cimitero comunale di Novara. «Mi sono recata al camposanto nella giornata di giovedì al V recinto. Ho subito notato che nei due loculi vicini dove sono sepolti i miei nonni erano stati tagliati i fiori in bronzo che da dieci anni erano collocati in loco. Anche dai loculi di altri defunti di mia conoscenza erano stati asportati i fiori, tagliati, probabilmente con un tronchesino, data la consistenza del bronzo. Solo nella secondo fila di loculi erano quattro quelli “colpiti” dai ladri, ma facendo un giro ho potuto notarne altri con i fiori recisi. Si erano salvati solo quelli delle fila in alto». La signora Allara prosegue: « Ho chiesto a chi me li aveva venduti del perchè di questo furto è mi è stato risposto che nei fiori oltre al bronzo c’è una percentuale minima di rame, ma è quasi irrisoria. Costavano 100 euro a gruppo. Ora ho chiesto di svuotare il vaso dal basamento per utilizzare il vaso per metterci dentro dei fiori freschi».
In conclusione la lettrice pone una domanda: «Possibile che tutte le notti i ladri riescono a fare quello che vogliono al cimitero, è un mese che vanno avanti».

m.d.