La posizione

I ristoratori sulle cene: “Aprire in zona gialla dove i contagi sono bassi”

"Tutelare un settore sempre più in ginocchio".

I ristoratori sulle cene: “Aprire in zona gialla dove i contagi sono bassi”
Cronaca 23 Febbraio 2021 ore 11:28

Al momento gli addetti ai lavori sono riusciti a portare a casa qualche promessa, qualche proclamo, qualche apparente apertura ma poco altro. L’Anci (Associazione nazionale comuni italiani) si è esposta durante il vertice tra governo e autonomie in vista dei nuovi provvedimenti anticovid da assumere.

Il comunicato di Fipe

La stessa Fipe ha colto la palla al balzo della proposta di Anci e ha rilanciato in una nota ufficiale la sua volontà per tutelare un settore sempre più in ginocchio.

“La riapertura serale – si legge – almeno nelle zone gialle, dei pubblici esercizi in grado di garantire il servizio al tavolo non è più rinviabile. È significativo che anche l’Anci, e dunque i sindaci di tutta Italia, si sia detta favorevole a un allentamento delle restrizioni nei confronti di bar e ristoranti. Sta crescendo la consapevolezza che è più facile far rispettare le misure di distanziamento e di sicurezza sanitaria all’interno di un locale, piuttosto che nelle piazze e nelle strade dove le persone finiscono per assembrarsi senza alcuna precauzione. Ci auguriamo che il primo Dpcm del nuovo governo segni un cambio di passo nelle politiche di mitigazione del contagio da Covid19, che da troppo tempo stanno penalizzando solo alcune categorie caricandole di responsabilità che non gli spettano”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli