Cronaca

Il Bene in piazza: 4ª edizione

Il Bene in piazza: 4ª edizione
Cronaca 23 Settembre 2016 ore 20:27

NOVARA – Torna domani, sabato 24 settembre, in piazza Puccini  e in via Rosselli (verso piazza Martiri) dalle ore 9.30 alle 19,  “Il Bene in piazza”, evento  organizzato dalla Fondazione Banca Popolare di Novara per il Territorio  e dalla BpN in collaborazione con il Centro Servizi per il Territorio delle province di Novara e del Vco. La 4ª edizione della manifestazione è sempre dedicata agli esponenti del mondo del volontariato novarese che potranno presentare il lavoro svolto, illustrare le attività, raccogliere fondi, lanciare campagne e reclutare nuovi volontari. Previsto un palco centrale, “Lo spazio del Bene”,  che ospiterà momenti di intrattenimento curati da artisti  e a disposizione delle varie associazioni. Tra le 11 e le 12  sono attesi per un saluto il presidente della Fondazione BpN per il Territorio Franco Zanetta, il direttore  della Divisione BpN Alberto Mauro e  le autorità cittadine. Ieri, a Palazzo Bellini sede della BpN, la presentazione della kermesse:  «Il volontariato è la spina dorsale, o almeno una costola fondamentale, della nostra società - ha evidenziato il  presidente della Fondazione BpN per il Territorio, Franco Zanetta -  Consente una risposta immediata alle emergenze ma è fatto anche di tante persone che lavorano, ogni giorno, lontane dalle luci della ribalta.  Quest’anno hanno aderito 85 associazioni presenti con i  volontari negli stand: l’evento è anche un modo di ringraziarle per quel che fanno». Daniele Giaime, presidente del Cst Novara e  Verbania, ha aggiunto: «Per le realtà partecipanti è un’opportunità di fare rete, confrontarsi ed organizzarsi meglio al loro interno. Sul nostro territorio esistono 379 associazioni, di cui 347 iscritte al registro regionale del volontariato: 53 di queste saranno al “Bene in piazza”, le altre sono Aps, cooperative o altri organismi». Luigi Zacchi, segretario della  Fondazione BpN per il Territorio, ha concluso: «Il pubblico potrà apprezzare il grande valore  sociale ed economico  che il volontariato crea sul territorio. Da qui lo slogan “Il Bene moltiplica il Bene”».

Filippo Bezio

NOVARA – Torna domani, sabato 24 settembre, in piazza Puccini  e in via Rosselli (verso piazza Martiri) dalle ore 9.30 alle 19,  “Il Bene in piazza”, evento  organizzato dalla Fondazione Banca Popolare di Novara per il Territorio  e dalla BpN in collaborazione con il Centro Servizi per il Territorio delle province di Novara e del Vco. La 4ª edizione della manifestazione è sempre dedicata agli esponenti del mondo del volontariato novarese che potranno presentare il lavoro svolto, illustrare le attività, raccogliere fondi, lanciare campagne e reclutare nuovi volontari. Previsto un palco centrale, “Lo spazio del Bene”,  che ospiterà momenti di intrattenimento curati da artisti  e a disposizione delle varie associazioni. Tra le 11 e le 12  sono attesi per un saluto il presidente della Fondazione BpN per il Territorio Franco Zanetta, il direttore  della Divisione BpN Alberto Mauro e  le autorità cittadine. Ieri, a Palazzo Bellini sede della BpN, la presentazione della kermesse:  «Il volontariato è la spina dorsale, o almeno una costola fondamentale, della nostra società - ha evidenziato il  presidente della Fondazione BpN per il Territorio, Franco Zanetta -  Consente una risposta immediata alle emergenze ma è fatto anche di tante persone che lavorano, ogni giorno, lontane dalle luci della ribalta.  Quest’anno hanno aderito 85 associazioni presenti con i  volontari negli stand: l’evento è anche un modo di ringraziarle per quel che fanno». Daniele Giaime, presidente del Cst Novara e  Verbania, ha aggiunto: «Per le realtà partecipanti è un’opportunità di fare rete, confrontarsi ed organizzarsi meglio al loro interno. Sul nostro territorio esistono 379 associazioni, di cui 347 iscritte al registro regionale del volontariato: 53 di queste saranno al “Bene in piazza”, le altre sono Aps, cooperative o altri organismi». Luigi Zacchi, segretario della  Fondazione BpN per il Territorio, ha concluso: «Il pubblico potrà apprezzare il grande valore  sociale ed economico  che il volontariato crea sul territorio. Da qui lo slogan “Il Bene moltiplica il Bene”».

Filippo Bezio

Seguici sui nostri canali