Il dirigente dell’Ufficio scolastico novarese: «Non abbiate paura del cambiamento»

Il dirigente dell’Ufficio scolastico novarese: «Non abbiate paura del cambiamento»
Cronaca 11 Settembre 2015 ore 10:08

NOVARA - «Quest'anno sarà sicuramente ricco di novità. E il mio primo invito, oltre ad un augurio di buon lavoro a tutte le componenti scolastiche, è quello di non avere paura del cambiamento». 

Giuseppe Bordonaro, dirigente dell'ufficio scolastico territoriale di Novara, l'ex provveditorato, invita tutti a ripartire con slancio e passione educativa, ammettendo: «Per la prima volta il Governo ha invertito la rotta sull'assegnazione della dotazione finanziaria: già in questo mese di settembre le scuole riceveranno i fondi necessari per la gestione dell'anno. E, a questo punto, il cosiddetto "contributo volontario" che alcune scuole hanno scelto di chiedere ai genitori per la gestione delle piccole cose potrà davvero tornare ad essere volontario e non quasi obbligatorio per necessità».

Non solo: Bordonaro pone l'accento sull'importanza dell'alternanza scuola - lavoro «che sarà attivata anche nei licei: un grande passo avanti affinchè i nostri ragazzi vivano un'esperienza sempre più vicini al mondo "dei grandi"».

L'inizio dell'anno scolastico sarà regolare? «Direi indicativamente di si. Ci sono ancora alcune cattedre scoperte, ma in questi giorni partirà l'azione della "scuola polo" che permetterà un'accelerazione nelle nomine sui posti ancora vacanti. E per la seconda settimana di scuola le operazioni dovrebbero essere concluse». Sui posti di sostegno, invece, Bordonaro spiega che sarà necessario attendere ancora qualche giorno.

ASSUNZIONI

Capitolo immissioni: nel Novarese, grazie alla riforma della "Buona Scuola" sono 24 i neoimmessi per la scuola dell'infanzia, 70 alla primaria, 36 alle medie e 40 alle superiori. A questi si aggiungono i docenti sul sostegno: i posti per assunzione sull'infanzia sono 24, 18 alla primaria, 68 alle medie e 62 alle superiori.  

Riguardo al personale Ata lo scorso lunedì 7 settembre sono stati assegnati 33 posti per assistenti amministrativi, 4 per assistenti tecnici e 119 per collaboratori scolastici.

TUTTI A NAPOLI

E anche per quest'anno una nutrita delegazione di scuole novaresi sarà presente alla cerimonia di inaugurazione dell'anno scolastico. Solitamente teatro dell'evento era il Quirinale, ma il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha spinto affinchè quest'anno l'evento si svolgesse a Napoli Scampia.

«Sarà presente l'Omar - annuncia Bordonaro - con il preside Franco Ticozzi e una delegazione di studenti. Insieme anche un gruppo di bambini e ragazzi delle scuole cattoliche della città, dalla primaria alle superiori. Novara, insomma, non può mai mancare a questa manifestazione, che si terrà nella mattinata del 28 settembre con possibilità di essere seguita in tv da tutti i coetanei direttamente dalle scuole».

Paolo Usellini

 

NOVARA - «Quest'anno sarà sicuramente ricco di novità. E il mio primo invito, oltre ad un augurio di buon lavoro a tutte le componenti scolastiche, è quello di non avere paura del cambiamento». 

Giuseppe Bordonaro, dirigente dell'ufficio scolastico territoriale di Novara, l'ex provveditorato, invita tutti a ripartire con slancio e passione educativa, ammettendo: «Per la prima volta il Governo ha invertito la rotta sull'assegnazione della dotazione finanziaria: già in questo mese di settembre le scuole riceveranno i fondi necessari per la gestione dell'anno. E, a questo punto, il cosiddetto "contributo volontario" che alcune scuole hanno scelto di chiedere ai genitori per la gestione delle piccole cose potrà davvero tornare ad essere volontario e non quasi obbligatorio per necessità».

Non solo: Bordonaro pone l'accento sull'importanza dell'alternanza scuola - lavoro «che sarà attivata anche nei licei: un grande passo avanti affinchè i nostri ragazzi vivano un'esperienza sempre più vicini al mondo "dei grandi"».

L'inizio dell'anno scolastico sarà regolare? «Direi indicativamente di si. Ci sono ancora alcune cattedre scoperte, ma in questi giorni partirà l'azione della "scuola polo" che permetterà un'accelerazione nelle nomine sui posti ancora vacanti. E per la seconda settimana di scuola le operazioni dovrebbero essere concluse». Sui posti di sostegno, invece, Bordonaro spiega che sarà necessario attendere ancora qualche giorno.

ASSUNZIONI

Capitolo immissioni: nel Novarese, grazie alla riforma della "Buona Scuola" sono 24 i neoimmessi per la scuola dell'infanzia, 70 alla primaria, 36 alle medie e 40 alle superiori. A questi si aggiungono i docenti sul sostegno: i posti per assunzione sull'infanzia sono 24, 18 alla primaria, 68 alle medie e 62 alle superiori.  

Riguardo al personale Ata lo scorso lunedì 7 settembre sono stati assegnati 33 posti per assistenti amministrativi, 4 per assistenti tecnici e 119 per collaboratori scolastici.

TUTTI A NAPOLI

E anche per quest'anno una nutrita delegazione di scuole novaresi sarà presente alla cerimonia di inaugurazione dell'anno scolastico. Solitamente teatro dell'evento era il Quirinale, ma il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha spinto affinchè quest'anno l'evento si svolgesse a Napoli Scampia.

«Sarà presente l'Omar - annuncia Bordonaro - con il preside Franco Ticozzi e una delegazione di studenti. Insieme anche un gruppo di bambini e ragazzi delle scuole cattoliche della città, dalla primaria alle superiori. Novara, insomma, non può mai mancare a questa manifestazione, che si terrà nella mattinata del 28 settembre con possibilità di essere seguita in tv da tutti i coetanei direttamente dalle scuole».

Paolo Usellini