Il mago di Zenga e di altri personaggi famosi a processo a Novara

Il mago di Zenga e di altri personaggi famosi a processo a Novara
Cronaca 27 Maggio 2015 ore 07:59

NOVARA – Verrà riascoltata la parte offesa alla prossima udienza del processo che, in Tribunale a Novara, vede sul banco degli imputati, Francesco De Barba, 61 anni, originario di Borgosesia e residente a Milano, meglio conosciuto come il “Mago di Sanremo”. E’ quanto ha deciso il giudice, martedì mattina.

De Barba, particolarmente famoso negli anni ’90, una storia in passato con Elisabetta Viviani, amicizie con personaggi famosi, in particolare legati al mondo del calcio (tra gli altri il portierone dell’Inter, Walter Zenga, pare all’epoca avesse allontanato il malocchio dalla squadra ambrosiana), molte partecipazioni in tv, è alla sbarra con l’accusa di truffa nei confronti di una 45enne novarese, che ora risiede in Calabria.

La donna, che si è costituita parte civile ed è assistita dall’avvocato Roberto Rognoni, aveva visto un annuncio su un giornale, dove si parlava di un mago in grado di risolvere tutti i problemi d’amore. La 45enne, che voleva riconquistare la persona amata, decise così di incontrarlo. L’aveva incontrato diverse volte, sborsando oltre 3mila euro e provando diversi tipi di magia. Non ottenendo quanto richiesto, decise di denunciarlo.

Alla penultima udienza, in cui il pm ha chiesto 10 mesi (ha reputato come il mago avesse ingannato la 45enne), l’uomo in aula ha rigettato le accuse. «Sono molti anni che mi occupo di magia. Alla donna non ho promesso nulla. Ho sol suggerito un rituale, dicendo di provare». L’udienza è stata aggiornata al 13 ottobre.

mo.c.

 

Per saperne di più, leggi l’articolo sul Corriere di Novara in edicola giovedì 28 maggio

NOVARA – Verrà riascoltata la parte offesa alla prossima udienza del processo che, in Tribunale a Novara, vede sul banco degli imputati, Francesco De Barba, 61 anni, originario di Borgosesia e residente a Milano, meglio conosciuto come il “Mago di Sanremo”. E’ quanto ha deciso il giudice, martedì mattina.

De Barba, particolarmente famoso negli anni ’90, una storia in passato con Elisabetta Viviani, amicizie con personaggi famosi, in particolare legati al mondo del calcio (tra gli altri il portierone dell’Inter, Walter Zenga, pare all’epoca avesse allontanato il malocchio dalla squadra ambrosiana), molte partecipazioni in tv, è alla sbarra con l’accusa di truffa nei confronti di una 45enne novarese, che ora risiede in Calabria.

La donna, che si è costituita parte civile ed è assistita dall’avvocato Roberto Rognoni, aveva visto un annuncio su un giornale, dove si parlava di un mago in grado di risolvere tutti i problemi d’amore. La 45enne, che voleva riconquistare la persona amata, decise così di incontrarlo. L’aveva incontrato diverse volte, sborsando oltre 3mila euro e provando diversi tipi di magia. Non ottenendo quanto richiesto, decise di denunciarlo.

Alla penultima udienza, in cui il pm ha chiesto 10 mesi (ha reputato come il mago avesse ingannato la 45enne), l’uomo in aula ha rigettato le accuse. «Sono molti anni che mi occupo di magia. Alla donna non ho promesso nulla. Ho sol suggerito un rituale, dicendo di provare». L’udienza è stata aggiornata al 13 ottobre.

mo.c.

 

Per saperne di più, leggi l’articolo sul Corriere di Novara in edicola giovedì 28 maggio