Il territorio agognino sostiene l’ospedale di Tanquietà nel Benin

La cerimonia nella sede della Pro loco di Fontaneto d'Agogna.

Il territorio agognino sostiene l’ospedale di Tanquietà nel Benin
12 Dicembre 2018 ore 09:58

Il territorio agognino sostiene l’ospedale di Tanquietà in Benin.

La raccolta fondi per l’ospedale di Tanquietà nel Benin

Con una semplice ma significativa cerimonia, nel tardo pomeriggio di mercoledì 21 novembre nella sede della Pro loco di Fontaneto d’Agogna, è stata consegnata al frate medico Fiorenzo Priuli, dell’ospedale di Tanquietà nel nord del Benin, una apparecchiatura per la riabilitazione del pavimento pelvico, un moderno sistema per interventi contro le malformazioni ano-rettali, grazie alla tecnica Biofeedback. Lo strumento sarà usato nella struttura sanitaria dove operano, come volontari, medici italiani tra cui anche il dottor Marco Brunero di origini fontanetesi. La strumentazione è stata acquisita grazie a una campagna di raccolta fondi, attuata da Fabio Fontaneto,  tra Enti, Aziende, fornitori del pastificio Fontaneto e Associazioni del territorio, concretizzatasi in una serata, venerdì 29 giugno a Fontaneto, nell’ambito del festival enogastronomico “Arte e Sapori”.

L’idea è nata da un incontro, la scorsa primavera tra il dottor Brunero e Fabio Fontaneto, dell’omonimo pastifico. Fontaneto voleva ricordare, con un gesto di solidarietà, i trent’anni del raviolificio da lui presieduto. Accertatosi di persona la situazione nella cittadina africana ha concordato con Brunero, chirurgo pediatrico al San Matteo di Pavia, di soddisfare una esigenza urgente del presidio sanitario. Oltre a questo Fontaneto nella sua “missione” africana, ha visitato la panetteria interna all’ospedale. Da qui la promessa, dopo aver insegnato agli operatori il modo per realizzare la pasta, di fornire una piccola macchina con relativo essiccatoio, per produrre sul posto. Fontaneto ricopre anche la carica di Presidente di Appafre, l’associazione di produttori, della piccola e media impresa, di pasta fresca. In questo caso ha riunito i soci proponendo l’acquisto dei macchinari per realizzare il  progetto della produzione in loco.

Durante la consegna del dispositivo medico – tecnologico, nella sede della Pro Loco di Fontaneto d’Agogna, Eraldo Teruggi, presidente della locale Pro Loco ha evidenziato l’impegno del sodalizio “nel mantenere 14 orti in Africa”, mentre il Sindaco di Fontaneto, Maria Antonia Platini ha espresso “l’orgoglio di far parte di una Comunità che agisce per un progetto solidale”. Dal canto suo Fabio Fontaneto, che ha sostenuto con forza l’iniziativa, dopo aver raccontato della sua esperienza a Tanquietà ha annunciato l’invio “di una apparecchiatura per la panificazione donata dalla Appafre”. Presenti alla consegna esponenti delle  aziende che hanno collaborato, come la Palzola, la Mazzoni vini  o il Club Service  Lions Club Borgomanero Host.  

E’ seguita la relazione di padre Priuli sull’ospedale, fondato nel 1970 ed ora con una pediatria di 115 posti letto, ha illustrato la difficile situazione e la precarietà vissuta dalle persone colpite dalla malattia. Un momento che ha portato alla riflessione e all’importanza della solidarietà oggi, espressione di una comunità viva e attiva.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità