Cronaca

Imbrattati i muri della basilica di San Gaudenzio

Imbrattati i muri della basilica di San Gaudenzio
Cronaca 15 Dicembre 2015 ore 10:00

NOVARA – I muri della basilica di San Gaudenzio dalla parte di via Gaudenzio Ferrari sono stati imbrattati da scritte di colore nero e giallo fosforescente di tono ingiurioso contro le forze dell’ordine. I vandali non si sono fermati nemmeno di fronte allo storico edificio novarese per compiere lo scempio. 

Scempio che è stato subito segnalato sulla pagina Facebook “Novara e i suoi problemi” e che ha generato una serie di commenti di novaresi indignati, con anche insulti verso gli autori dei graffiti, che alcuni ipotizzano essere ragazzi. “Sono "artisti" di strada che esprimono il loro...cervello bacato da ignoranza...” si legge ad esempio. Altri indicano una parte di responsabilità nella mancanza di controlli, altri all’educazione (mancata) da parte dei genitori dei presunti giovani responsabili, altri ancora si lamentano della “movida” notturna nel centro storico nel weekend con urla, schiamazzi e bottiglie rotte. Una cosa è certa: ancora una volta un simbolo di Novara è stato deturpato da mani incivili che non hanno rispetto per il patrimonio storico della città. 

v.s.

NOVARA – I muri della basilica di San Gaudenzio dalla parte di via Gaudenzio Ferrari sono stati imbrattati da scritte di colore nero e giallo fosforescente di tono ingiurioso contro le forze dell’ordine. I vandali non si sono fermati nemmeno di fronte allo storico edificio novarese per compiere lo scempio. 

Scempio che è stato subito segnalato sulla pagina Facebook “Novara e i suoi problemi” e che ha generato una serie di commenti di novaresi indignati, con anche insulti verso gli autori dei graffiti, che alcuni ipotizzano essere ragazzi. “Sono "artisti" di strada che esprimono il loro...cervello bacato da ignoranza...” si legge ad esempio. Altri indicano una parte di responsabilità nella mancanza di controlli, altri all’educazione (mancata) da parte dei genitori dei presunti giovani responsabili, altri ancora si lamentano della “movida” notturna nel centro storico nel weekend con urla, schiamazzi e bottiglie rotte. Una cosa è certa: ancora una volta un simbolo di Novara è stato deturpato da mani incivili che non hanno rispetto per il patrimonio storico della città. 

v.s.