Cronaca

In due arrestati per rapina impropria e resistenza a pubblico ufficiale

In due arrestati per rapina impropria e resistenza a pubblico ufficiale
Cronaca 10 Maggio 2015 ore 15:37

TRECATE - Nella tarda mattina di sabato 9 maggio, a Trecate, nel Novarese, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, nell’ambito delle attività di controllo dell’Ovest Ticino, hanno rintracciato, identificato e tratto in arresto in flagranza del reato di rapina impropria in concorso e resistenza a pubblico ufficiale, due cittadini di nazionalità egiziana.

Si tratta del 26enne Kamel Walid Nashat Halim e del 22enne Sabet Sameh Rashad Azmy, entrambi nullafacenti, in Italia senza fissa dimora, già conosciuti dalle Forze dell’Ordine e irregolari sul territorio nazionale.

I due giovani, rintracciati dai militari nel corso delle immediate ricerche attivate dopo la segnalazione del furto di due biciclette in via Tanaro, sono stati sorpresi mentre tentavano di occultare la refurtiva. Nel tentativo di sottrarsi al controllo dei Carabinieri e garantirsi l’impunità, i due hanno opposto resistenza fisica nei confronti dei militari, che sono comunque riusciti a immobilizzarli.

Nell’occasione sono state recuperate 4 biciclette, provento di furto, due delle quali restituite ai legittimi proprietari, mentre per i restanti due sono in corso gli accertamenti per identificarne la provenienza. Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati associati al carcere di Novara.

mo.c.


TRECATE - Nella tarda mattina di sabato 9 maggio, a Trecate, nel Novarese, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, nell’ambito delle attività di controllo dell’Ovest Ticino, hanno rintracciato, identificato e tratto in arresto in flagranza del reato di rapina impropria in concorso e resistenza a pubblico ufficiale, due cittadini di nazionalità egiziana.

Si tratta del 26enne Kamel Walid Nashat Halim e del 22enne Sabet Sameh Rashad Azmy, entrambi nullafacenti, in Italia senza fissa dimora, già conosciuti dalle Forze dell’Ordine e irregolari sul territorio nazionale.

I due giovani, rintracciati dai militari nel corso delle immediate ricerche attivate dopo la segnalazione del furto di due biciclette in via Tanaro, sono stati sorpresi mentre tentavano di occultare la refurtiva. Nel tentativo di sottrarsi al controllo dei Carabinieri e garantirsi l’impunità, i due hanno opposto resistenza fisica nei confronti dei militari, che sono comunque riusciti a immobilizzarli.

Nell’occasione sono state recuperate 4 biciclette, provento di furto, due delle quali restituite ai legittimi proprietari, mentre per i restanti due sono in corso gli accertamenti per identificarne la provenienza. Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati associati al carcere di Novara.

mo.c.