Cronaca

In manette sette rumeni per furti di rame nel Novarese

In manette sette rumeni per furti di rame nel Novarese
Cronaca 19 Ottobre 2015 ore 14:01

SIZZANO - La Squadra Mobile di Como ha eseguito un'operazione, che ha direttamente interessato anche il Novarese, in particolare Sizzano.
Un'indagine che ha portato all’arresto in flagranza di 7 cittadini stranieri di nazionalità rumena, tutti in Italia senza fissa dimora. Agli arresti si è giunti al termine di un’articolata attività info-investigativa cui si è dato il via a seguito di alcuni furti di rame, prevalentemente sulle linee elettriche del Comasco.
Nelle ultime ore, essendo emerso che i soggetti monitorati, in orario notturno, avevano raggiunto a bordo di due autovetture la provincia di Novara, la Polizia di Como s'è subito portata nel Novarese,  ipotizzando un imminente furto di rame. E infatti poco dopo giungeva notizia di un’interruzione elettrica nel comune di Sizzano, causata dal furto di cavi elettrici. La zona veniva prontamente circondata dagli agenti e ne nasceva un inseguimento. Una delle auto dei malviventi veniva fermata a Momo,  l’altra in una zona boschiva di Busto Arsizio(VA). Sette gli arrestati, ora in carcere a Busto e  a Novara. Recuperati 1200 metri di cavi di rame.

Monica Curino

SIZZANO - La Squadra Mobile di Como ha eseguito un'operazione, che ha direttamente interessato anche il Novarese, in particolare Sizzano.
Un'indagine che ha portato all’arresto in flagranza di 7 cittadini stranieri di nazionalità rumena, tutti in Italia senza fissa dimora. Agli arresti si è giunti al termine di un’articolata attività info-investigativa cui si è dato il via a seguito di alcuni furti di rame, prevalentemente sulle linee elettriche del Comasco.
Nelle ultime ore, essendo emerso che i soggetti monitorati, in orario notturno, avevano raggiunto a bordo di due autovetture la provincia di Novara, la Polizia di Como s'è subito portata nel Novarese,  ipotizzando un imminente furto di rame. E infatti poco dopo giungeva notizia di un’interruzione elettrica nel comune di Sizzano, causata dal furto di cavi elettrici. La zona veniva prontamente circondata dagli agenti e ne nasceva un inseguimento. Una delle auto dei malviventi veniva fermata a Momo,  l’altra in una zona boschiva di Busto Arsizio(VA). Sette gli arrestati, ora in carcere a Busto e  a Novara. Recuperati 1200 metri di cavi di rame.

Monica Curino