Cronaca

In piazza a Novara il Truck di “Una vita da social”

In piazza a Novara il Truck di “Una vita da social”
Cronaca 10 Novembre 2015 ore 16:48

NOVARA - Si è svolta questa mattina in piazza Puccini la terza edizione di “Una vita da social”, importante campagna educativa itinerante realizzata dalla Polizia di Stato e dal Ministero dell’Istruzione,  dell’Università e della Ricerca nell’ambito del progetto Generazioni Connesse del Safer Internet Center Italia, sulla sensibilizzazione e prevenzione dei rischi e pericoli della rete. Un progetto co-finanziato da quest’anno dalla Commissione Europea, che l’ha riconosciuto come una delle migliori “best practices” in Europa. Destinatari della campagna itinerante di educazione alla legalità gli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, gli insegnanti e i loro familiari.

In piazza ha fatto tappa il Truck, bus allestito a spazio multimediale, al cui interno esperti della Polizia Postale e delle Comunicazioni hanno dato consigli e messo in guardia sui principali pericoli che si incontrano sulla Rete per navigare in sicurezza con particolare riferimento ai social network e a fenomeni come il cyber bullismo. Durante la mattinata sono intervenuti, oltre ovviamente ai ragazzi, sportivi e autorità cittadine civili e militari tra cui il prefetto Francesco Paolo Castaldo, il questore Gaetano Todaro e la senatrice Elena Ferrara solo per citarne alcuni. 

> FOTOGALLERY 

v.s.

NOVARA - Si è svolta questa mattina in piazza Puccini la terza edizione di “Una vita da social”, importante campagna educativa itinerante realizzata dalla Polizia di Stato e dal Ministero dell’Istruzione,  dell’Università e della Ricerca nell’ambito del progetto Generazioni Connesse del Safer Internet Center Italia, sulla sensibilizzazione e prevenzione dei rischi e pericoli della rete. Un progetto co-finanziato da quest’anno dalla Commissione Europea, che l’ha riconosciuto come una delle migliori “best practices” in Europa. Destinatari della campagna itinerante di educazione alla legalità gli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, gli insegnanti e i loro familiari.

In piazza ha fatto tappa il Truck, bus allestito a spazio multimediale, al cui interno esperti della Polizia Postale e delle Comunicazioni hanno dato consigli e messo in guardia sui principali pericoli che si incontrano sulla Rete per navigare in sicurezza con particolare riferimento ai social network e a fenomeni come il cyber bullismo. Durante la mattinata sono intervenuti, oltre ovviamente ai ragazzi, sportivi e autorità cittadine civili e militari tra cui il prefetto Francesco Paolo Castaldo, il questore Gaetano Todaro e la senatrice Elena Ferrara solo per citarne alcuni. 

> FOTOGALLERY 

v.s.