Cronaca

In tre nei guai: hanno rubato vestiti e indumenti per oltre 6mila euro

In tre nei guai: hanno rubato vestiti e indumenti per oltre 6mila euro
Cronaca 02 Aprile 2016 ore 17:11

VICOLUNGO - Venerdì pomeriggio, intorno alle 18, i Carabinieri del Comando Stazione di Biandrate, nel Novarese, sono intervenuti all’interno dell’Outlet di Vicolungo per una segnalazione del personale di sicurezza che aveva visto tre persone allontanarsi di fretta dal negozio di intimo femminile, “Yamamay”. In effetti nel negozio si era registrato un ammanco dagli espositori, anche piuttosto consistente. Un ammanco che aveva subito fatto attivare l’allarme. Il personale del negozio ha fornito una precisa descrizione delle persone che avevano avuto più di un movimento sospetto. 

Le descrizioni hanno consentito di  fermare e identificare 3 persone , due uomini e una donna di età compresa tra 30 e 40 anni, di origine colombiana, che trasportavano alcune grosse borse schermate con la carta stagnola. Dentro le borse c’era una considerevole quantità di biancheria intima da donna, verosimilmente riconducibile all’ammanco del negozio. 

In tasca i Carabinieri hanno trovato anche le chiavi di una autovettura, ritrovata poi nel parcheggio del centro commerciale. Perquisita l’automobile, i militari hanno rinvenuto un piccolo tesoretto di abiti rubati. Nel baule del veicolo sono stati infatti trovati altri capi di abbigliamento per un valore di oltre 4.800 euro. Le indagini riconducono al momento la provenienza degli altri vestiti dall’Outlet di Serravalle Scrivia.

mo.c.

 

VICOLUNGO - Venerdì pomeriggio, intorno alle 18, i Carabinieri del Comando Stazione di Biandrate, nel Novarese, sono intervenuti all’interno dell’Outlet di Vicolungo per una segnalazione del personale di sicurezza che aveva visto tre persone allontanarsi di fretta dal negozio di intimo femminile, “Yamamay”. In effetti nel negozio si era registrato un ammanco dagli espositori, anche piuttosto consistente. Un ammanco che aveva subito fatto attivare l’allarme. Il personale del negozio ha fornito una precisa descrizione delle persone che avevano avuto più di un movimento sospetto. 

Le descrizioni hanno consentito di  fermare e identificare 3 persone , due uomini e una donna di età compresa tra 30 e 40 anni, di origine colombiana, che trasportavano alcune grosse borse schermate con la carta stagnola. Dentro le borse c’era una considerevole quantità di biancheria intima da donna, verosimilmente riconducibile all’ammanco del negozio. 

In tasca i Carabinieri hanno trovato anche le chiavi di una autovettura, ritrovata poi nel parcheggio del centro commerciale. Perquisita l’automobile, i militari hanno rinvenuto un piccolo tesoretto di abiti rubati. Nel baule del veicolo sono stati infatti trovati altri capi di abbigliamento per un valore di oltre 4.800 euro. Le indagini riconducono al momento la provenienza degli altri vestiti dall’Outlet di Serravalle Scrivia.

mo.c.

 

Seguici sui nostri canali