Cronaca

In un anno multati 103mila piemontesi

In un anno multati 103mila piemontesi
Cronaca 10 Gennaio 2016 ore 10:21

Fanno impressione i numeri del solo 2015 relativi alle violazioni commesse dai piemontesi al volante. Nei trascorsi dodici mesi, la Polizia stradale ha contestato 103.236 infrazioni. Il totale dei punti patente decurtati è stato di 135.829, a cui si deve aggiungere il ritiro di 4.504 patenti di guida e 4.207 carte di circolazione.

Le contravvenzioni per chi si è messo alla guida di veicoli sprovvisti di assicurazione sono state 2.625. Infrazioni. I dati emergono dal lavoro dei 1.106 effettivi alle nove Sezioni, alle 11 Sottosezioni Autostradali e ai 13 Distaccamenti, coordinati dal Centro Operativo Autostradale – Centro Operativo Compartimentale.

Sugli itinerari di competenza, hanno espresso complessivamente 48.651 pattuglie, contestando 103.236 infrazioni. Revisione e cinture. Infine, ma non meno importanti sotto il profilo della sicurezza della circolazione e delle persone, 1.727 sono stati i veicoli sanzionati perché circolavano in autostrada senza revisione e 6.314 sulla viabilità ordinaria. Il mancato uso delle cinture di sicurezza è stato sanzionato 4.511 volte, mentre 2.960 sono state le sanzioni per uso improprio del telefonino: tante, ma corrispondenti purtroppo a una goccia

nel mare. Sono state 13.011 le contestazioni per eccesso di velocità e 3.150 per velocità pericolosa. Ubriachi. Per quanto riguarda la repressione delle guide in stato di ebbrezza e sotto l’influenza di sostanze stupefacenti, 135.266 conducenti sono stati sottoposti al controllo con etilometro o con il precursore. Di essi, 2.205 guidavano sotto influenza alcolica e 115 in stato di alterazione per uso di sostanze stupefacenti, con il sequestro ai fini della confisca di 184 veicoli. Sono state accertate 149 violazioni per guida con tasso alcolemico superiore a 0 e fino a 0,5 grammi per litro di sangue per minori di 21 anni, neopatentati e trasportatori professionali di persone e cose.

R.E.B.

Fanno impressione i numeri del solo 2015 relativi alle violazioni commesse dai piemontesi al volante. Nei trascorsi dodici mesi, la Polizia stradale ha contestato 103.236 infrazioni. Il totale dei punti patente decurtati è stato di 135.829, a cui si deve aggiungere il ritiro di 4.504 patenti di guida e 4.207 carte di circolazione.

Le contravvenzioni per chi si è messo alla guida di veicoli sprovvisti di assicurazione sono state 2.625. Infrazioni. I dati emergono dal lavoro dei 1.106 effettivi alle nove Sezioni, alle 11 Sottosezioni Autostradali e ai 13 Distaccamenti, coordinati dal Centro Operativo Autostradale – Centro Operativo Compartimentale.

Sugli itinerari di competenza, hanno espresso complessivamente 48.651 pattuglie, contestando 103.236 infrazioni. Revisione e cinture. Infine, ma non meno importanti sotto il profilo della sicurezza della circolazione e delle persone, 1.727 sono stati i veicoli sanzionati perché circolavano in autostrada senza revisione e 6.314 sulla viabilità ordinaria. Il mancato uso delle cinture di sicurezza è stato sanzionato 4.511 volte, mentre 2.960 sono state le sanzioni per uso improprio del telefonino: tante, ma corrispondenti purtroppo a una goccia

nel mare. Sono state 13.011 le contestazioni per eccesso di velocità e 3.150 per velocità pericolosa. Ubriachi. Per quanto riguarda la repressione delle guide in stato di ebbrezza e sotto l’influenza di sostanze stupefacenti, 135.266 conducenti sono stati sottoposti al controllo con etilometro o con il precursore. Di essi, 2.205 guidavano sotto influenza alcolica e 115 in stato di alterazione per uso di sostanze stupefacenti, con il sequestro ai fini della confisca di 184 veicoli. Sono state accertate 149 violazioni per guida con tasso alcolemico superiore a 0 e fino a 0,5 grammi per litro di sangue per minori di 21 anni, neopatentati e trasportatori professionali di persone e cose.

R.E.B.

Seguici sui nostri canali