Menu
Cerca
Borgo Ticino

Incendio Bosco Solivo: il Codacons presenta un esposto

Fu necessario l'intervento di numerosi uomini dell'Aib per aver ragione delle fiamme

Incendio Bosco Solivo: il Codacons presenta un esposto
Cronaca Arona, 24 Aprile 2021 ore 07:00

Incendio Bosco Solivo: dopo l’individuazione di una persona accusata di aver dato il via alle fiamme, l’associazione dei consumatori chiede di vederci chiaro.

Incendio Bosco Solivo: interviene il Codacons

Aveva fatto discutere nei giorni scorsi il caso dell’incendio scoppiato al Bosco Solivo, a Borgo Ticino lo scorso 25 marzo. Dopo una serie di indagini, i carabinieri del nucleo forestale erano riusciti a identificare le cause del rogo e avevano denunciato una persona per incendio colposo. Ora sulla vicenda si esprime anche il Codacons, che ha annunciato di voler presentare un esposto alla Procura e di volere la nomina di parte offesa nell’interesse dei cittadini.

La ricostruzione dei soci dell’associazione

“In seguito alle indagini della Stazione Carabinieri Forestale di Oleggio – scrivono dal Codacons – è stata ricostruita la dinamica dell’incendio di 1,7 ettari della riserva naturale di Borgo Ticino. È stato, dunque, individuato il probabile responsabile del rogo, il quale tagliò gli alberi caduti sulla linea provocando la rottura di un cavo dell’alta tensione e il contatto di esso con il suolo, generando, in tal modo, l’incendio. Dopo lo spegnimento del rogo che ha visto impegnate numerose squadre di Vigili del Fuoco e di Volontari Antincendio Boschivo, i conseguenti accertamenti sul territorio hanno consentito di appurare i danni ingenti all’ambiente e al patrimonio naturale”.

“Presenteremo un esposto”

Il Codacons chiede di vederci chiaro. “È un grave attentato all’ambiente e al polmone verde della città – scrivono – Il Codacons vuole vederci chiaro e il responsabile di questo disastro dovrà risponderne di fronte alle competenti Autorità per aver commesso il reato di incendio boschivo colposo. Il Codacons, che da sempre si batte per la tutela dell’ambiente e della tutela del patrimonio naturalistico e paesaggistico, presenterà esposto in Procura e nomina di parte offesa nell’interesse dei cittadini”.