Incidente in A26: camionista muore carbonizzato

Incidente in A26: camionista muore carbonizzato
Cronaca 09 Settembre 2015 ore 22:35

CARPIGNANO SESIA – Un morto carbonizzato, un’altra vittima, deceduta poi in ospedale, tre feriti non gravi e l’autostrada A26 Voltri-Sempione chiusa per oltre tre ore. E’ il bilancio del grave incidente stradale avvenuto oggi mercoledì 9 settembre, intorno alle 15, all’altezza di Carpignano Sesia, nel Novarese, in direzione di Gravellona.

Qui, per cause in fase di ricostruzione dalla Polizia stradale di Romagnano Sesia, un camion avrebbe tamponato un’autovettura. A seguito dell’urto, il mezzo pesante ha preso fuoco. Altri tre veicoli sono rimasti coinvolti nel sinistro. Inizialmente si era pensato che il conducente del camion fosse riuscito a scendere dal mezzo, evitando le fiamme, ma così, purtroppo, non è stato. E’ deceduto all’interno dell’abitacolo.

Sono ancora in corso le fasi di identificazione dell’uomo.

Gli altri feriti sono stati condotti al Pronto soccorso del Maggiore, tutti con codice giallo. Qui, purtroppo, uno di loro, una donna di 87 anni di Mergozzo, che viaggiava con il figlio sacerdote, il parroco don Adriano Miazza, su una delle auto coinvolte, è deceduta durante un intervento chirurgico, per alcune complicazioni. 

A occuparsi dell’incendio, i Vigili del fuoco di Novara e Romagnano Sesia. Il 118 ha soccorso, invece, i feriti. L’autostrada ha dovuto essere chiusa per oltre tre ore in entrata del casello di Romagnano, con code lunghissime.

mo.c.


CARPIGNANO SESIA – Un morto carbonizzato, un’altra vittima, deceduta poi in ospedale, tre feriti non gravi e l’autostrada A26 Voltri-Sempione chiusa per oltre tre ore. E’ il bilancio del grave incidente stradale avvenuto oggi mercoledì 9 settembre, intorno alle 15, all’altezza di Carpignano Sesia, nel Novarese, in direzione di Gravellona.

Qui, per cause in fase di ricostruzione dalla Polizia stradale di Romagnano Sesia, un camion avrebbe tamponato un’autovettura. A seguito dell’urto, il mezzo pesante ha preso fuoco. Altri tre veicoli sono rimasti coinvolti nel sinistro. Inizialmente si era pensato che il conducente del camion fosse riuscito a scendere dal mezzo, evitando le fiamme, ma così, purtroppo, non è stato. E’ deceduto all’interno dell’abitacolo.

Sono ancora in corso le fasi di identificazione dell’uomo.

Gli altri feriti sono stati condotti al Pronto soccorso del Maggiore, tutti con codice giallo. Qui, purtroppo, uno di loro, una donna di 87 anni di Mergozzo, che viaggiava con il figlio sacerdote, il parroco don Adriano Miazza, su una delle auto coinvolte, è deceduta durante un intervento chirurgico, per alcune complicazioni. 

A occuparsi dell’incendio, i Vigili del fuoco di Novara e Romagnano Sesia. Il 118 ha soccorso, invece, i feriti. L’autostrada ha dovuto essere chiusa per oltre tre ore in entrata del casello di Romagnano, con code lunghissime.

mo.c.