Inseguimento tra ladri e carabinieri a Sizzano, Romentino e nel Vergante

Inseguimento tra ladri e carabinieri a Sizzano, Romentino e nel Vergante
23 Gennaio 2015 ore 22:21

INVORIO – Ladri messi in fuga, la scorsa notte, da parte dei carabinieri del comando provinciale di Novara in diverse località, da Sizzano a Invorio, passando anche per Romentino e Trecate, nell’Ovest Ticino.

Diverse le bande di malviventi che hanno puntato le abitazioni private, per racimolare bottini più o meno significativi. In taluni casi sono riusciti ad asportare oggetti e contanti, in altri casi sono stati messi in fuga, fortunatamente a mani vuote.

A Invorio

 

INVORIO – Ladri messi in fuga, la scorsa notte, da parte dei carabinieri del comando provinciale di Novara in diverse località, da Sizzano a Invorio, passando anche per Romentino e Trecate, nell’Ovest Ticino.

Diverse le bande di malviventi che hanno puntato le abitazioni private, per racimolare bottini più o meno significativi. In taluni casi sono riusciti ad asportare oggetti e contanti, in altri casi sono stati messi in fuga, fortunatamente a mani vuote.

A Invorio, intorno alle 19, i Carabinieri hanno circondato il paese per catturare due ladri, che avevano derubato diverse abitazioni dell’alto Vergante. Le pattuglie dei comandi di Gattico,  Borgomanero e Arona sono riuscite a intercettarli a bordo di una fiat Punto risultata rubata e li hanno inseguiti fino al confine del territorio della provincia. I malviventi si sono dileguati, non portando a termine altri colpi.

A Sizzano, un’ora dopo, un’altra batteria di ladri è stata, invece, inseguita dalle pattuglie di Romagnano e Ghemme, a seguito di altre segnalazioni di furto in due abitazioni.

Rocambolesca fuga nello stesso periodo, con una piccola colluttazione, tra Romentino e Trecate. Le pattuglie di Cameri, Galliate e Trecate sono riuscite a intercettare e chiudere tre malviventi, che, a bordo di una autovettura intestata a una donna romena residente a Genova, avevano appena rubato in tre abitazioni di quella zona. I malviventi sono riusciti a scappare, ma i militari hanno rinvenuto la macchina, la refurtiva – che è stata restituita ai legittimi proprietari – e gli attrezzi da scasso.

Fondamentale in tutte le circostanze il generoso aiuto di cittadini e inquilini, che hanno dato il  tempestivo avviso della presenza di persone sospette.

mo.c.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità