Cronaca
Cronaca

Insultò carabiniere ucciso, chiesti tre mesi

L’insegnante novarese scrisse post offensivo su Fb dopo l’omicidio nel luglio 2019

Insultò carabiniere ucciso, chiesti tre mesi
Cronaca Novara, 14 Ottobre 2021 ore 17:34

Oggi in tribunale a Novara accettato il rito abbreviato

Una richiesta di tre mesi di reclusione, senza l’applicazione delle attenuanti generiche, è stata formulata dal  pubblico ministero a carico di Eliana Frontini, l’insegnante novarese accusata di vilipendio alle Forze armate e diffamazione. Aveva scritto su Facebook la frase “Uno in meno e chiaramente con sguardo poco intelligente. Non ne sentiremo la mancanza”, a commento della morte del vice brigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega, ucciso a coltellate a Roma da due giovani turisti statunitensi nella notte tra il 25 e il 26 luglio 2019.

Il 10 novembre la replica delle difese

L’udienza in tribunale a Novara, oggi pomeriggio, ha visto l’accettazione del rito abbreviato come richiesto dalle difese che replicheranno nella prossima udienza fissata per il 10 novembre. Assieme a Eliana Frontini si trova a processo anche il marito della donna, Norberto Breccia, accusato di favoreggiamento. Anche per lui è stato richiesta una pena di tre mesi.