Cronaca

Iperdì Gozzano definitivamente chiusa anche la galleria

La vicenda novarese si è conclusa.

Iperdì Gozzano definitivamente chiusa anche la galleria
Cronaca Borgomanero, 24 Aprile 2019 ore 09:57

Chiusa anche la galleria del punto vendita Iperdì di Gozzano.

Iperdì Gozzano chiusi anche i tre negozi in galleria

E’ definitivamente concluso il capitolo Iperdì/Superdì nella provincia di Novara. Nelle scorse settimane ha infatti chiuso anche la galleria del centro commerciale di Gozzano in via De Gasperis, l’ultimo punto vendita rimasto aperto della catena in provincia di Novara. Già da diversi mesi il supermercato Iperdì di Gozzano era chiuso, dopo essere rimasto senza merce, ma rimanevano ancora aperti i 3 negozi della galleria di via De Gasperis, un negozio per animali, un negozio di abbigliamento e una profumeria.

Le lettere di licenziamento

Sono una trentina i dipendenti Iperdì che hanno ricevuto la lettera di licenziamento, e dopo essere andati per alcune settimane a lavorare senza merce da vendere e clienti da servire, sono stati invitati ad andare nel punto vendita a svuotare i loro armadietti personali. Fino alla fine all’ingresso della galleria ha campeggiato un messaggio in cui la direzione dei punti vendita Iperdì e Superdì annunciava alla clientela che, «a partire da martedì 13 novembre, causa cambio gestione il supermercato sarà chiuso. Restano comunque aperti i negozi della galleria commerciale». Il messaggio dava appuntamento a presto con la clientela, ma non ha più riaperto. I dipendenti gozzanesi, dopo la chiusura dei punti vendita di Borgomanero, Galliate, Oleggio e Cameri, avevano anche organizzato un sit in di protesta, sabato 16 febbraio, con il quale intendevano chiedere certezze circa i piani aziendali. Da 7 mesi infatti non ricevevano lo stipendio.

Gli ammortizzatori sociali

La General Market, la società che gestiva i punti vendita Iperdì/Superdì, con sede in Lombardia, dove i punti vendita erano molto più numerosi, è ora in concordato preventivo. Ma degli ammortizzatori sociali come la cassa integrazione, che era stata aperta per i dipendenti diretti General Market, i lavoratori non hanno visto niente. Così come non hanno avuto miglior fortuna i dipendenti di Borgomanero e Galliate, punti vendita gestiti da due società più piccole, la Borgomanero Food e la Galliate Food: a causa delle ridotte dimensioni non hanno potuto chiedere la cassa integrazione, e si sono dovuti licenziare.

Cosa riserva il futuro?

Resta, per la struttura di Gozzano che ha da sempre ospitato centri commerciali, un grande interrogativo: se in passato erano stati fatti dei nomi di possibili soggetti concorrenti interessati a rilevare il punto vendita, come Tigros o Il Gigante, ora pare che le manifestazioni di interesse siano decadute, anche a causa del tempo in cui la struttura rimane chiusa: più ne passa, infatti, e più la clientela si rivolge alla concorrenza.

Seguici sui nostri canali