Querelle

Istituto Maggia di Stresa, Hospes: “Siamo stati esclusi dai colloqui sul futuro della scuola”

L'ente annuncia provvedimenti legali

Istituto Maggia di Stresa, Hospes: “Siamo stati esclusi dai colloqui sul futuro della scuola”
VCO, 14 Novembre 2020 ore 13:11

Istituto Maggia di Stresa: il centro di studi che dal 1955 si occupa della struttura lamenta l’esclusione dal tavolo di confronto.

Istituto Maggia: Hospes esclusa dal tavolo di confronto

Hospes, il Centro di studi turistici e alberghieri per lo sviluppo dell’istituto Erminio Maggia, che dal 1955 si preoccupa di dotare il Maggia di Stresa di strutture e attrezzature idonee alla formazione degli studenti, lamenta l’esclusione dal tavolo di confronto sul futuro dell’istituto. “Hospes apprende dagli organi di informazione – scrivono dall’associazione – lo sviluppo di nuove trattative tra l’Amministrazione Comunale di Stresa e l’Amministrazione Provinciale del Verbano Cusio Ossola in merito all’individuazione di nuove sedi “spezzatino” dell’Istituto “Erminio Maggia. Esprimiamo grande rammarico per non essere stati (ancora una volta) consultati, ricordando invece di essere stati partner, insieme alla Provincia ed al Comune, dell’accordo di programma per la “Realizzazione della nuova unica Scuola Alberghiera E. Maggia””.

“Modificano la convenzione senza ascoltarci, ora si pronuncerà la magistratura”

“Non solo siamo uno dei tre soggetti vincolati all’accordo- scrivono da Hospes – ma anche il solo ed unico che nel corso degli anni, pur nei molteplici scenari, ha dimostrato di rispettare i patti sottoscritti, spogliandosi di un ingente patrimonio immobiliare trasferito in parte alla Provincia ed in parte al Comune. Hospes, essendo venuta meno ogni fiducia nell’affidabilità degli altri Enti coinvolti, prende atto di non essere stata interpellata e quindi si astiene volutamente dall’esprimere opinioni né tantomeno pareri; al contrario, forte del mandato ricevuto dall’Assemblea dei Soci, proseguirà l’azione legale già avviata nei loro confronti, affinché sia la Magistratura a pronunciarsi su questa triste vicenda”.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità