L’Avis festeggia i 75 anni: è la più longeva associazione camerese

L’Avis festeggia i 75 anni: è la più longeva associazione camerese
03 Maggio 2015 ore 20:39

CAMERI –  Giornata importante per i donatori di sangue quella di domenica 19 aprile, quando la Sezione di Cameri si è riunita per celebrare il 75° anniversario di fondazione.La mattina c’è stato il corteo, che si è recato al cimitero a rendere omaggio a tutti i donatori defunti e ha raggiunto poi la chiesa parrocchiale, dove è stata celebrata la messa alle 11.15.

E’ seguito il pranzo sociale, nel quale il presidente della Sezione, Mauro Nichetti, ha colto l’occasione per ringraziare tutti i presenti «di aver partecipato a questo evento importante, in quanto siamo l’associazione più longeva del territorio di Cameri e una tra le più longeve della provincia e della regione».«La presenza delle autorità cameresi – ha proseguito – è segno che la nostra associazione è considerata una tra le più importanti che operano sul territorio, e questo non può che darci soddisfazione e onore».

Il presidente ha poi considerato che «in questi ultimi anni è cambiato il modo di donare e di far donare il sangue, in quanto abbiamo dovuto adeguarci alle norme europee. Dal 1° gennaio 2015 il sangue rientra addirittura nella categoria dei farmaci salvavita: abbiamo quindi dovuto strutturare il centro prelievi e la nostra associazione secondo le nuove regole».Nichetti ha concluso con i ringraziamenti «a tutti i donatori attivi per la loro costanza nel donare, e ai miei collaboratori per la loro disponibilità e generosità, che ci permettono sempre di affrontare qualsiasi situazione. Con il passare degli anni questo gruppo è sempre più unito, pronto ad accogliere qualsiasi persona ne voglia far parte, giovani e meno giovani, per il bene dell’Avis».

Margherita Carrer

CAMERI –  Giornata importante per i donatori di sangue quella di domenica 19 aprile, quando la Sezione di Cameri si è riunita per celebrare il 75° anniversario di fondazione.La mattina c’è stato il corteo, che si è recato al cimitero a rendere omaggio a tutti i donatori defunti e ha raggiunto poi la chiesa parrocchiale, dove è stata celebrata la messa alle 11.15.

E’ seguito il pranzo sociale, nel quale il presidente della Sezione, Mauro Nichetti, ha colto l’occasione per ringraziare tutti i presenti «di aver partecipato a questo evento importante, in quanto siamo l’associazione più longeva del territorio di Cameri e una tra le più longeve della provincia e della regione».«La presenza delle autorità cameresi – ha proseguito – è segno che la nostra associazione è considerata una tra le più importanti che operano sul territorio, e questo non può che darci soddisfazione e onore».

Il presidente ha poi considerato che «in questi ultimi anni è cambiato il modo di donare e di far donare il sangue, in quanto abbiamo dovuto adeguarci alle norme europee. Dal 1° gennaio 2015 il sangue rientra addirittura nella categoria dei farmaci salvavita: abbiamo quindi dovuto strutturare il centro prelievi e la nostra associazione secondo le nuove regole».Nichetti ha concluso con i ringraziamenti «a tutti i donatori attivi per la loro costanza nel donare, e ai miei collaboratori per la loro disponibilità e generosità, che ci permettono sempre di affrontare qualsiasi situazione. Con il passare degli anni questo gruppo è sempre più unito, pronto ad accogliere qualsiasi persona ne voglia far parte, giovani e meno giovani, per il bene dell’Avis».

Margherita Carrer

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei