In una zona boschiva

La 25enne residente a Novara trovata morta a Rho si chiamava Blessing Tunde

Era scomparsa da Novara il 7 maggio.

La 25enne residente a Novara trovata morta a Rho si chiamava Blessing Tunde
Cronaca Novara, 17 Maggio 2021 ore 11:35

Stava passeggiando con il cane nella zona boschiva situata all’altezza di via Amendola, nella frazione rhodense di Mazzo, quando si è accorta che a terra, sotto le piante, c’era il corpo di una ragazza. Erano le 17 di mercoledì quando una cittadina residente nella zona di via Morandi ha dato l’allarme al 112. Sul posto i carabinieri della Compagnia di Rho, l’automedica del 118 e un’ambulanza della Misericordia di Arese.

I soccorsi e il decesso

Soccorritori che però non hanno potuto fare nulla, se non constatare il decesso della donna, circa 25 anni, nazionalità Nigeriana. Il cadavere, secondo quanto stabilito dagli specialisti della sezione Rilievi, sarebbe stato abbandonato tra i cespugli da qualche giorno. Aveva ancora addosso i vestiti. I carabinieri della Compagnia di Rho coordinati sul posto dal colonnello Massimiliano Pricchiazzidopo i rilievi effettuati sul cadavere indagano anche per omicidio, la donna potrebbe essere stata strangolata con le trecce della parrucca che aveva sul collo, ma al momento non escludono nessuna pista, compreso il suicidio o la morte naturale. Vicino al corpo una borsa con all’interno la tessera sanitaria di una nigeriana venticinquenne, scomparsa lo scorso 7 maggio a Novara, nient’altro, nessun documento.

L'identità

Si tratterebbe di Blessing Tunde nata il 7 novembre del 1995 residente con una connazionale in un appartamento alla periferia di Novara. I carabinieri della Compagnia di Rho e gli uomini della scientifica hanno lavorato fino a mezzanotte per effettuare i rilievi nel luogo dove è stata trovata la ragazza. Dopo il corpo è stato trasferito all’istituto di medicina legale di Milano per l’autopsia. L’area boschiva situata all’angolo tra via Moratti e via Amendola non è stata posta sotto sequestro. La ragazza è stata trovata sotto gli alberi vicino a latte di vernice e sacchi della spazzatura in un luogo dove abitualmente le prostitute che operano nella zona si appartano con i loro clienti.
I carabinieri della Compagnia di Rho per cercare di fare luce su quanto avvenuto hanno acquisito i filmati delle telecamere delle ditte della zona alcune delle quali puntate proprio verso il luogo dove è stato ritrovato il corpo della 25enne nigeriana.