La denuncia del Sap:"Due soli giubbotti antiproiettile per gli agenti novaresi"

La denuncia del Sap:"Due soli giubbotti antiproiettile per gli agenti novaresi"
Cronaca 25 Marzo 2015 ore 19:55

Ci mette il nome, il locale Sindacato autonomo di Polizia, e con il suo segretario Michele Frisia anche la faccia, nel denunciare una situazione che lascia allibiti: in totale l’intera Questura di Novara pare possa disporre di due soli giubbotti antiproiettile. Possibile? E’ quanto sostiene appunto il Sap, in una nota ufficiale diffusa ai media, dall’eloquente titolo: “A chi interessa la sicurezza di Novara?”. Il Ministero ha rideterminato il numero appunto dei giubbotti antiproiettile per le Questure, e cosa hanno scoperto i sindacalisti del Sap? Che «le squadre investigative di Novara ne hanno a disposizione solo due. Ma non due giubbotti a testa: due giubbotti in totale! Le squadre che si occupano di omicidi, rapine, criminalità organizzata, antidroga, prostituzione, estorsioni, criminalità diffusa e tutto il resto, nella loro interezza, hanno a disposizione solo due giubbotti antiproiettile. Due di numero! Quando c’è da arrestare dei delinquenti, concludere un’operazione anticrimine o reagire a un’emergenza - scrive Frisia - bisogna tirare il dado per chi può proteggersi e chi no: un dado particolarmente ristretto tra l’altro. Quando ci sarà la prossima rapina a mano armata, il prossimo assalto a un portavalori, il prossimo folle equipaggiato con pistole o fucili, chi sceglierà i due fortunati operatori di Polizia che potranno indossare il giubbotto antiproiettile, a discapito di tutti gli altri costretti ad affrontare il pericolo comunque, anche senza protezioni? Perché è questo che poi accade: nonostante tutto, i poliziotti si affidano al loro senso del dovere e intervengono, sempre e comunque». 

p.v.

leggi l’articolo integrale sul “Corriere di Novara” di giovedì 26 marzo

Ci mette il nome, il locale Sindacato autonomo di Polizia, e con il suo segretario Michele Frisia anche la faccia, nel denunciare una situazione che lascia allibiti: in totale l’intera Questura di Novara pare possa disporre di due soli giubbotti antiproiettile. Possibile? E’ quanto sostiene appunto il Sap, in una nota ufficiale diffusa ai media, dall’eloquente titolo: “A chi interessa la sicurezza di Novara?”. Il Ministero ha rideterminato il numero appunto dei giubbotti antiproiettile per le Questure, e cosa hanno scoperto i sindacalisti del Sap? Che «le squadre investigative di Novara ne hanno a disposizione solo due. Ma non due giubbotti a testa: due giubbotti in totale! Le squadre che si occupano di omicidi, rapine, criminalità organizzata, antidroga, prostituzione, estorsioni, criminalità diffusa e tutto il resto, nella loro interezza, hanno a disposizione solo due giubbotti antiproiettile. Due di numero! Quando c’è da arrestare dei delinquenti, concludere un’operazione anticrimine o reagire a un’emergenza - scrive Frisia - bisogna tirare il dado per chi può proteggersi e chi no: un dado particolarmente ristretto tra l’altro. Quando ci sarà la prossima rapina a mano armata, il prossimo assalto a un portavalori, il prossimo folle equipaggiato con pistole o fucili, chi sceglierà i due fortunati operatori di Polizia che potranno indossare il giubbotto antiproiettile, a discapito di tutti gli altri costretti ad affrontare il pericolo comunque, anche senza protezioni? Perché è questo che poi accade: nonostante tutto, i poliziotti si affidano al loro senso del dovere e intervengono, sempre e comunque». 

p.v.

leggi l’articolo integrale sul “Corriere di Novara” di giovedì 26 marzo