L’Avis Oleggio spegne 65 candeline

L’Avis Oleggio spegne 65 candeline
22 Marzo 2015 ore 21:12

OLEGGIO – La sezione Avis di Oleggio spegne 65 candeline. Il primo “mattone” fu posato il 21 marzo 1950, su iniziativa del sindaco Mario Segatto, la seconda sezione della provincia di Novara. Tra i soci fondatori Antonio Viana e altri 13 pionieri che diedero il via a una delle più longeve realtà di volontariato socio-sanitario sul territorio. Sono stati 65 anni di impegno costante, attento e consapevole, sempre teso alla sensibilizzazione verso il gesto del dono del sangue nonché all’organizzazione delle raccolte. Dalla fondazione della sezione locale, alla presidenza dei tanti consigli direttivi si sono succeduti Viana dal 1950 al 1977, Gianfranco Borsotti dal 1977 al 2006, e Giorgio Giovanna dal 2006 a oggi. Grandi passi in avanti quelli compiuti durante questo percorso dalla sezione oleggese, che raccoglie i donatori anche di Marano e Mezzomerico, arrivata oltre le 340 donazioni l’anno, con 224 soci e molti nuovi donatori. Altro importante traguardo, l’accreditamento del punto di raccolta oleggese, certificato nel 2014 secondo le normative nazionali ed europee, così come per tutti i punti di raccolta novaresi (che possono vantare il miglior risultato a livello regionale). Il 4 ottobre sarà la data ufficiale per festeggiare il 65°, data in cui verrà lanciata una nuova sfida per il direttivo: cento nuovi donatori. Il calendario delle raccolte oleggesi è visionabile su www.avisoleggio.it.

Silvia Biasio

OLEGGIO – La sezione Avis di Oleggio spegne 65 candeline. Il primo “mattone” fu posato il 21 marzo 1950, su iniziativa del sindaco Mario Segatto, la seconda sezione della provincia di Novara. Tra i soci fondatori Antonio Viana e altri 13 pionieri che diedero il via a una delle più longeve realtà di volontariato socio-sanitario sul territorio. Sono stati 65 anni di impegno costante, attento e consapevole, sempre teso alla sensibilizzazione verso il gesto del dono del sangue nonché all’organizzazione delle raccolte. Dalla fondazione della sezione locale, alla presidenza dei tanti consigli direttivi si sono succeduti Viana dal 1950 al 1977, Gianfranco Borsotti dal 1977 al 2006, e Giorgio Giovanna dal 2006 a oggi. Grandi passi in avanti quelli compiuti durante questo percorso dalla sezione oleggese, che raccoglie i donatori anche di Marano e Mezzomerico, arrivata oltre le 340 donazioni l’anno, con 224 soci e molti nuovi donatori. Altro importante traguardo, l’accreditamento del punto di raccolta oleggese, certificato nel 2014 secondo le normative nazionali ed europee, così come per tutti i punti di raccolta novaresi (che possono vantare il miglior risultato a livello regionale). Il 4 ottobre sarà la data ufficiale per festeggiare il 65°, data in cui verrà lanciata una nuova sfida per il direttivo: cento nuovi donatori. Il calendario delle raccolte oleggesi è visionabile su www.avisoleggio.it.

Silvia Biasio

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei