Cronaca

Lite degenerata tra sudamericani a Trecate

Lite degenerata tra sudamericani a Trecate
Cronaca 07 Dicembre 2015 ore 14:33

TRECATE - Un ferito, fortunatamente lieve (un taglio alla mano), sei persone identificate e un denunciato.

E' il bilancio della violenta lite in strada esplosa nella serata di domenica 6 dicembre a Trecate, nel Novarese. Una lite tra un gruppo consistente di cittadini sudamericani, in particolare cileni, ecuadoregni e cittadini di San Salvador. Un alterco a quanto risulta scaturito per futili motivi e che presto è degenerato in rissa. Durante il confronto, da diverse persone definito in 'stile bande di latinos', sarebbero stati utilizzati anche alcuni coltelli.

Sul posto sono intervenuti prontamente i Carabinieri della locale Stazione, del comando e il personale del Nucleo anti-crimine di Milano, in servizio da qualche giorno sul territorio, per contrastare il fenomeno dei furti in appartamento.

L'uomo denunciato e che gli inquirenti reputano come uno degli aggressori è risultato irregolare sul territorio. Sono state avviate le pratiche per la sua espulsione. Proseguono intanto le indagini, in particolare per valutare la posizione di chi ospitava l’uomo.

Monica Curino

TRECATE - Un ferito, fortunatamente lieve (un taglio alla mano), sei persone identificate e un denunciato.

E' il bilancio della violenta lite in strada esplosa nella serata di domenica 6 dicembre a Trecate, nel Novarese. Una lite tra un gruppo consistente di cittadini sudamericani, in particolare cileni, ecuadoregni e cittadini di San Salvador. Un alterco a quanto risulta scaturito per futili motivi e che presto è degenerato in rissa. Durante il confronto, da diverse persone definito in 'stile bande di latinos', sarebbero stati utilizzati anche alcuni coltelli.

Sul posto sono intervenuti prontamente i Carabinieri della locale Stazione, del comando e il personale del Nucleo anti-crimine di Milano, in servizio da qualche giorno sul territorio, per contrastare il fenomeno dei furti in appartamento.

L'uomo denunciato e che gli inquirenti reputano come uno degli aggressori è risultato irregolare sul territorio. Sono state avviate le pratiche per la sua espulsione. Proseguono intanto le indagini, in particolare per valutare la posizione di chi ospitava l’uomo.

Monica Curino