Cronaca

L'ospedale di Angera sta perdendo i pezzi: nuovo presidio delle mamme

E' sempre grande la preoccupazione per il futuro della struttura.

L'ospedale di Angera sta perdendo i pezzi: nuovo presidio delle mamme
Cronaca Aggiornamento:

L'ospedale di Angera sta perdendo i pezzi: nuovo presidio delle mamme che già due anni fa avevano occupato l'ospedale.

L'ospedale di Angera: nuova crisi

"Due anni fa ci costringevano a occupare l’ospedale: ebbene, i volontari, le mamme e i papà di Amor sono ancora qui, dentro l’ospedale Carlo Ondoli di Angera. Per ricordare a tutti che la Sanità è nostra, di noi cittadini, le scelte arroganti calate dall’alto non le accettiamo più".

Un presidio pacifico

"E' stato un presidio pacifico, quello di ieri 11 dicembre 2018, pensato per parlare con le persone, informarle, senza arrecare danno o disagio ai pazienti e al personale ospedaliero.

Dopo due anni difficili, siamo ancora qui ad aspettare un futuro serio e dignitoso per il nostro ospedale, punto di riferimento per un territorio importante come il Basso Verbano: l’Ondoli non ha ancora un progetto e sta perdendo i pezzi. Dopo aver chiuso il Punto nascite, ci hanno cancellato anche la Pediatria h24.

Hai un figlio che sta male dopo le 16? Arrangiati!".

"I bambini non votano"

"Da mesi ci hanno tolto anche questo: ci hanno cancellato anche questo servizio per i più piccoli. I bambini non votano: tutto è una questione di numeri, la Sanità dei manager è semplicemente disumana. Le persone non sono più al centro. Solo così si spiegano anche le scelte di cancellare i servizi ai malati oncologici.
La politica abbia il coraggio di dire ORA cosa vuol fare del nostro ospedale: diteci chiaramente cosa si vuol fare ad Angera per il futuro, abbiate il coraggio di confrontarvi con la gente. Siamo francamente stufi di vedere il problema dell’ospedale sul piatto di una campagna elettorale infinita".

Seguici sui nostri canali