Miasino: la Regione visita il Castello sequestrato alla camorra

Miasino: la Regione visita il Castello sequestrato alla camorra
30 Maggio 2015 ore 21:56

MIASINO – L’assessore al Turismo della Regione Piemonte Antonella Parigi ha visitato venerdì 29 maggio il Castello di Miasino per verificare le opportunità di recupero del bene, recentemente recuperato dall’Agenzia dei Beni Confiscati (leggi quihttp://www.corrierediborgomanero.it/it/web/%E2%80%98liberato%E2%80%99-il-castello-di-miasino-su-impulso-del-direttore-dell%E2%80%99agenzia-dei-beni-confiscati-intervento-di-polizia-e-carabinieri-27025/sez/borgomanero). Insieme a lei il consigliere regionale Pd Domenico Rossi che da tempo segue la vicenda e che spiega nella sua newsletter: “Con l’Assessore abbiamo verificato lo stato della struttura e del Parco circostante con l’impegno di proseguire celermente le procedure per l’affidamento ad un nuovo gestore . Una  tappa che ci ha consentito anche di approfondire il tema del superamento degli abusi riscontrati e per cui l’Agenzia dei beni sequestrati ha assicurato che procederà nei prossimi giorni”.L’idea sarebbe recuperare il bene in sinergia con il territorio e con le molte strutture già esistenti nei dintorni. “È necessario garantire al più presto una nuova destinazione turistica e ricettiva per valorizzare le potenzialità straordinarie di questa location. Per questo intendiamo lavorare a stretto contatto con il territorio” ha commentato l’assessore Parigi. Inoltre l’Assessore ha visitato anche Villa Nigra a Miasino e il Museo Tornielli di Ameno, incontrando i rispettivi sindaci dei due paesi, Giorgio Cadei e Roberto Neri, che concordano: “Il Castello di Miasino potenzialmente può essere un punto di riferimento per l’intera area”.

MIASINO – L’assessore al Turismo della Regione Piemonte Antonella Parigi ha visitato venerdì 29 maggio il Castello di Miasino per verificare le opportunità di recupero del bene, recentemente recuperato dall’Agenzia dei Beni Confiscati (leggi qui http://www.corrierediborgomanero.it/it/web/%E2%80%98liberato%E2%80%99-il-castello-di-miasino-su-impulso-del-direttore-dell%E2%80%99agenzia-dei-beni-confiscati-intervento-di-polizia-e-carabinieri-27025/sez/borgomanero). Insieme a lei il consigliere regionale Pd Domenico Rossi che da tempo segue la vicenda e che spiega nella sua newsletter: “Con l’Assessore abbiamo verificato lo stato della struttura e del Parco circostante con l’impegno di proseguire celermente le procedure per l’affidamento ad un nuovo gestore . Una  tappa che ci ha consentito anche di approfondire il tema del superamento degli abusi riscontrati e per cui l’Agenzia dei beni sequestrati ha assicurato che procederà nei prossimi giorni”.L’idea sarebbe recuperare il bene in sinergia con il territorio e con le molte strutture già esistenti nei dintorni. “È necessario garantire al più presto una nuova destinazione turistica e ricettiva per valorizzare le potenzialità straordinarie di questa location. Per questo intendiamo lavorare a stretto contatto con il territorio” ha commentato l’assessore Parigi. Inoltre l’Assessore ha visitato anche Villa Nigra a Miasino e il Museo Tornielli di Ameno, incontrando i rispettivi sindaci dei due paesi, Giorgio Cadei e Roberto Neri, che concordano: “Il Castello di Miasino potenzialmente può essere un punto di riferimento per l’intera area”.

l.pa.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei