Cronaca
Intervento dei carabinieri

Minaccia con una mazza l'autista del bus che chiedeva di indossare la mascherina

E' accaduto ieri sera, intorno alle 18, a Gravellona Toce

Minaccia con una mazza l'autista del bus che chiedeva di indossare la mascherina
Cronaca VCO, 30 Gennaio 2022 ore 09:08

Minaccia con una mazza di ferro l'autista del bus e spacca lo specchietto del mezzo. Denunciato un 17enne a Gravellona Toce.

Minaccia l'autista con una mazza

E' davvero incredibile quanto accaduto ieri a Gravellona Toce, in provincia di Verbania. Erano circa le 18 quando un 17enne è salito con due amici su un autobus della linea Vco Trasporti. Alla richiesta dell'autista di indossare la mascherina, come richiesto dalle regole stabilite per i mezzi pubblici, il giovane avrebbe dato in escandescendenze. Prima sarebbe sceso dal mezzo, poi avrebbe recuperato una mazza di ferro nelle vicinanze e avrebbe colpito più volte lo specchietto, fino a romperlo. In un secondo momento avrebbe minacciato l'autista con la stessa mazza di ferro, impedendogli di chiedere il rispetto della regola delle mascherine.

L'intervento dei carabinieri

Numerose sono state le segnalazioni arrivate in breve tempo al 112. I carabinieri della stazione di Omegna sono quindi giunti sul posto il prima possibile, supportati da una pattuglia del Radiomobile di Verbania. Individuati i tre minorenni coinvolti, li hanno condotti in caserma per le procedure di identificazione, dal momento che erano sprovvisti dei documenti di identità.

La denuncia per minaccia aggravata

Dei tre ragazzi individuati, due giovani, di 14 e 16 anni, residenti a Verbania, sono stati considerati non direttamente responsabili dell'episodio e sono stati riaffidati alle rispettive famiglie. Il 17enne che ha materialmente maneggiato la mazza di ferro, un ragazzo di origine straniera, è stato invece denunciato per minaccia aggravata e danneggiamento alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Torino.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter