Molesta i passanti in pieno centro e aggredisce un giovane del Ghana: arrestato

Molesta i passanti in pieno centro e aggredisce un giovane del Ghana: arrestato
Cronaca 28 Luglio 2015 ore 16:27

NOVARA – Era stato arrestato solo pochi giorni fa, in occasione della rissa andata in scena tra venerdì e sabato, nella zona di piazza Pasteur a Porta Mortara.

Adesso è finito ancora nei guai per un fatto accaduto nella tarda serata di lunedì 27 luglio nei pressi dell’Angolo delle Ore, in pieno centro città. L’uomo, un italiano di circa 45 anni, in visibile stato di ebbrezza alcolica, da qualche tempo, come riferito dalla Polizia di Stato, intervenuta sul posto con le Volanti, stava dando fastidio a diversi passanti nella zona a ridosso di corso Italia e corso Cavallotti.

A un certo punto risulta se la sia presa con un giovane originario del Ghana, in Italia da oltre 10 anni e con regolare permesso di soggiorno, che stava transitando lungo il corso in compagnia di un amico. L’italiano, come riferiscono gli inquirenti, lo ha avvicinato e aggredito, urlandogli frasi razziste come ‘sporco negro’. Sul posto sono giunte subito le Volanti della Polizia, che hanno tratto in arresto l’uomo per lesioni aggravate dai futili motivi, con l’aggravante della discriminazione razziale.

Il giovane ghanese, refertato in ospedale, ha riportato lesioni guaribili in 10 giorni.

Dallo stato attuale delle indagini, il cestino bruciato, situato nella zona dell’aggressione e che alcuni utenti dei social (dove subito si è diffusa la notizia di qualcosa avvenuto in centro) definivano un esito di una ‘rissa’, non risulta essere il risultato dell’episodio lì avvenuto (potrebbe trattarsi di un fatto accidentale, come una sigaretta gettata nel cestino non ancora spenta, ndr). L’italiano è in attesa della direttissima in Tribunale a Novara.

mo.c.


NOVARA – Era stato arrestato solo pochi giorni fa, in occasione della rissa andata in scena tra venerdì e sabato, nella zona di piazza Pasteur a Porta Mortara.

Adesso è finito ancora nei guai per un fatto accaduto nella tarda serata di lunedì 27 luglio nei pressi dell’Angolo delle Ore, in pieno centro città. L’uomo, un italiano di circa 45 anni, in visibile stato di ebbrezza alcolica, da qualche tempo, come riferito dalla Polizia di Stato, intervenuta sul posto con le Volanti, stava dando fastidio a diversi passanti nella zona a ridosso di corso Italia e corso Cavallotti.

A un certo punto risulta se la sia presa con un giovane originario del Ghana, in Italia da oltre 10 anni e con regolare permesso di soggiorno, che stava transitando lungo il corso in compagnia di un amico. L’italiano, come riferiscono gli inquirenti, lo ha avvicinato e aggredito, urlandogli frasi razziste come ‘sporco negro’. Sul posto sono giunte subito le Volanti della Polizia, che hanno tratto in arresto l’uomo per lesioni aggravate dai futili motivi, con l’aggravante della discriminazione razziale.

Il giovane ghanese, refertato in ospedale, ha riportato lesioni guaribili in 10 giorni.

Dallo stato attuale delle indagini, il cestino bruciato, situato nella zona dell’aggressione e che alcuni utenti dei social (dove subito si è diffusa la notizia di qualcosa avvenuto in centro) definivano un esito di una ‘rissa’, non risulta essere il risultato dell’episodio lì avvenuto (potrebbe trattarsi di un fatto accidentale, come una sigaretta gettata nel cestino non ancora spenta, ndr). L’italiano è in attesa della direttissima in Tribunale a Novara.

mo.c.