Cronaca

Morì per il malfunzionamento della caldaia

Morì per il malfunzionamento della caldaia
Cronaca 11 Marzo 2016 ore 14:21

NOVARA - Cinque condanne per omicidio colposo sono state chieste in Tribunale a Novara per la morte di Giuseppina Lo Pizzo, pensionata di 76 anni morta nel dicembre del 2010 nella sua abitazione di Oleggio, nel Novarese.

Stando a quanto emerse dalle indagini, a determinare quel decesso fu un malfunzionamento della caldaia. Il pm Nicola Serianni  ha chiesto cinque condanne per persone coinvolte nell'installazione e manutenzione della caldaia: 8 mesi per Riccardo Pastorelli, 6 mesi per  Marco Federico Sacco, Pier Giuseppe Ferraris e Rodolfo Valentini e 4 mesi per Domenico Ferrari. Per i difensori non esiste alcun legame di causa tra l’operato dei cinque e quella morte. La sentenza a maggio.

mo.c.

NOVARA - Cinque condanne per omicidio colposo sono state chieste in Tribunale a Novara per la morte di Giuseppina Lo Pizzo, pensionata di 76 anni morta nel dicembre del 2010 nella sua abitazione di Oleggio, nel Novarese.

Stando a quanto emerse dalle indagini, a determinare quel decesso fu un malfunzionamento della caldaia. Il pm Nicola Serianni  ha chiesto cinque condanne per persone coinvolte nell'installazione e manutenzione della caldaia: 8 mesi per Riccardo Pastorelli, 6 mesi per  Marco Federico Sacco, Pier Giuseppe Ferraris e Rodolfo Valentini e 4 mesi per Domenico Ferrari. Per i difensori non esiste alcun legame di causa tra l’operato dei cinque e quella morte. La sentenza a maggio.

mo.c.

Seguici sui nostri canali