Mortale di Castelletto: sabato a Cosasca di Tronzano i funerali dei due genitori

Mortale di Castelletto: sabato a Cosasca di Tronzano i funerali dei due genitori
Cronaca 29 Maggio 2015 ore 23:03

CASTELLETTO TICINO – Si svolgeranno domani, sabato 30 maggio, alle 15, nella chiesa della frazione Cosasca di Trontano, nel Vco, i funerali di Valentina Broggio e Davide Pelganta, 31 e 35 anni, i due genitori di Domodossola morti nell’incidente stradale avvenuto intorno alle 18 di lunedì lungo l’A26, all’altezza di Castelletto Ticino, nel Novarese. A rimanere illesi, in quel tragico schianto, i due gemellini di soli 18 mesi.
Intanto le indagini della Polizia stradale di Romagnano Sesia (coordinate dalla Procura di Novara con il pm Ciro Caramore) sono arrivate nel Varesotto, dove hanno rintracciato il bus che, dagli elementi rintracciati, risulta aver investito Valentina, dopo che la ragazza, insieme al compagno, è stata sbalzata dalla Peugeot uscita di strada, autovettura che si è ribaltata, finendo poi addosso a una scarpata. I due giovani si son ritrovati in mezzo alla carreggiata dell’importante arteria stradale.
Il bus avrebbe investito il corpo della giovane successivamente. Saranno le indagini e l’esame autoptico, effettuato giovedì, a dire se la ragazza fosse ancora viva al momento dell’investimento o meno. L’autista del pullman, che aveva a bordo una scolaresca di ragazzi di prima media con i rispettivi insegnanti, un 61enne del Varesotto, è stato denunciato per omicidio colposo e omissione di soccorso. Ad assisterlo, l’avvocato Stefano Bruno di Varese.

mo.c.

Per saperne di più, leggi il Corriere di Novara in edicola sabato 30 maggio

CASTELLETTO TICINO – Si svolgeranno domani, sabato 30 maggio, alle 15, nella chiesa della frazione Cosasca di Trontano, nel Vco, i funerali di Valentina Broggio e Davide Pelganta, 31 e 35 anni, i due genitori di Domodossola morti nell’incidente stradale avvenuto intorno alle 18 di lunedì lungo l’A26, all’altezza di Castelletto Ticino, nel Novarese. A rimanere illesi, in quel tragico schianto, i due gemellini di soli 18 mesi.
Intanto le indagini della Polizia stradale di Romagnano Sesia (coordinate dalla Procura di Novara con il pm Ciro Caramore) sono arrivate nel Varesotto, dove hanno rintracciato il bus che, dagli elementi rintracciati, risulta aver investito Valentina, dopo che la ragazza, insieme al compagno, è stata sbalzata dalla Peugeot uscita di strada, autovettura che si è ribaltata, finendo poi addosso a una scarpata. I due giovani si son ritrovati in mezzo alla carreggiata dell’importante arteria stradale.
Il bus avrebbe investito il corpo della giovane successivamente. Saranno le indagini e l’esame autoptico, effettuato giovedì, a dire se la ragazza fosse ancora viva al momento dell’investimento o meno. L’autista del pullman, che aveva a bordo una scolaresca di ragazzi di prima media con i rispettivi insegnanti, un 61enne del Varesotto, è stato denunciato per omicidio colposo e omissione di soccorso. Ad assisterlo, l’avvocato Stefano Bruno di Varese.

mo.c.

Per saperne di più, leggi il Corriere di Novara in edicola sabato 30 maggio