Morte della piccola Matilda Borin: la Cassazione riapre il caso

Morte della piccola Matilda Borin: la Cassazione riapre il caso
Cronaca 13 Marzo 2015 ore 15:36

NOVARA - La Cassazione riapre il caso della piccola Matilda Borin, la bimba di soli 22 mesi morta nel 2005 a Roasio, nel Vercellese, nella casa dell’allora compagno della madre, a causa, a quanto fu ricostruito dalle indagini, di un violento colpo alla schiena. I giudici, infatti hanno accolto il ricorso dei legali della madre, Ele

NOVARA - La Cassazione riapre il caso della piccola Matilda Borin, la bimba di soli 22 mesi morta nel 2005 a Roasio, nel Vercellese, nella casa dell’allora compagno della madre, a causa, a quanto fu ricostruito dalle indagini, di un violento colpo alla schiena. I giudici, infatti hanno accolto il ricorso dei legali della madre, Elena Romani (avvocati Roberto Scheda e Tiberio Massironi), contro il non luogo a procedere nei confronti di Antonio Cangialosi, l’allora compagno, decisione assunta solo lo scorso giugno dal giudice Paolo Bargero. Un verdetto, quello di nove mesi fa, che lasciava senza un colpevole la morte della piccola, dal momento che la mamma era già stata assolta in tutti e tre i gradi di giudizio (il primo grado si svolse in Corte d’Assise a Novara). Ora il fascicolo torna in Tribunale a Vercelli e sarà affidato a un nuovo giudice.

mo.c.