Cronaca
La vittima

Morto per ipotermia in strada un 66enne a Pallanza

Si chiamava Manlio Pirali.

Morto per ipotermia in strada un 66enne a Pallanza
Cronaca VCO, 11 Gennaio 2022 ore 11:24

Da una analisi medica è risultato che il 66enne, Manlio Pirali è stato trovato in un avanzato stato di ipotermia a seguito di un malore.

I fatti

L'uomo era stato trovato riverso al suolo nella prima mattinata di ieri, lunedì 10 gennaio 2022, sotto i portici a Pallanza. Era originario di Premosello-Chiovenda ma viveva a Verbania efrequentava il bar Roma a Pallanza.

E' stato descritto come una persona fortemente in difficoltà e, da diverso tempo a questa parte, con un precario stato di salute che lo portava spesso a ricevere aiuti e interventi di soccorso da parte del personale sanitario. Anche ieri sera, mentre si trovava per strada nei pressi del citato bar, ha accusato un malore che lo ha portato a perdere l’equilibrio e cadere e per il quale é stato fatto intervenire il 118. L’uomo ha poi rifiutato il trasporto e ricovero in ospedale.
La mattina successiva é stata una signora che abita in zona e che stava portando a spasso il cane a vederlo per prima accasciato al suolo, allertando subito i soccorsi nella convinzione che avesse nuovamente avuto un malore. Il personale sanitario, giunto sul posto, ha constato il decesso dell’uomo e richiesto l’intervento dell’Arma a causa di diverse tracce ematiche intorno e sul corpo.
Il personale Arma intervenuto, dopo aver effettuato tutti i rilievi del caso, ha constatato l’assenza di elementi riconducibili ad eventuali aggressioni e qualsivoglia altra causa di morte violenta, appurando che le tracce di sangue trovate sull’uomo e intorno al corpo fossero conseguenza di una forte caduta al suolo. Hanno quindi provveduto, di concerto con l’Autorità Giudiziaria, a far rimuovere la salma che é stata trasportata presso l’obitorio dell’Ospedale Castelli di Verbania, ove  l’esame esterno cadaverico da parte del medico legale, ha confermato l’ipotesi investigativa originale della morte sopraggiunta a causa di avanzato stato di ipotermia conseguente a precedente malore.