Cronaca

Muratore invadente, deve fare dei lavori e le si piazza in casa

Lo storia è finita in tribunale a Verbania dove l'uomo è accusato di appropriazione indebita aggravata.

Muratore invadente, deve fare dei lavori e le si piazza in casa
Cronaca 21 Novembre 2017 ore 08:00

Muratore invadente denunciato dalla donna che gli aveva commissionato dei lavori nell'appartamento acquistato nel cuore di Arona.

Muratore invadente a processo

Avrebbe dovuto eseguire una serie di lavori, invece a quanto pare ha utilizzato la casa da ristrutturare come fosse sua. La singolare vicenda, approdata in tribunale, ha per protagonista un muratore che deve ora rispondere del reato di appropriazione indebita aggravata.
I fatti al centro del processo risalgono all’estate del 2014. A denunciare l’uomo è stata la proprietaria di quell’appartamento, situato nel cuore di Arona. La donna, che lavora a Milano, l’aveva acquistato tramite un’agenzia immobiliare perché avrebbe voluto trascorrevi gli anni della pensione. Il coronamento di un sogno in riva al lago, insomma, dopo le nebbie della metropoli. Ma non è andata così.

L'accusa

Secondo l’accusa, infatti, il muratore avrebbe approfittato del fatto di avere le chiavi di casa non per effettuare le opere programmate, bensì per trascorrervi del tempo, quasi come fosse di sua proprietà. Per esempio avrebbe fatto uso della vasca idromassaggio da lui stesso realizzata, del bagno, del divano e di altri comfort. Quando la proprietaria se n’è accorta, dopo aver tentato una mediazione con l’interessato e aver ricevuto in cambio – così pare – minacce e insulti anzi che le chiavi di casa, si è recata dalle forze dell’ordine.
Dalla storia sarebbe emerso che quel muratore la signora di Milano l’aveva incontrato presso l’agenzia che le aveva venduto l’immobile. In breve le parti avevano trovato un accordo economico, tanto che l’uomo si sarebbe intascato oltre 10 mila euro di acconto. Poi, una volta avute le chiavi, avrebbe eseguito qualche lavoro ma, nel contempo, avrebbe occupato abusivamente l’appartamento.

La malcapitata proprietaria, frastornata da quanto successo e in attesa della sentenza del tribunale di Verbania, sembra non voglia più trascorrere gli anni dell’agognata pensione sulle rive del Lago Maggiore.

Muratore "invadente" a processo
Muratore "invadente" a processo