Provati a Torino su volontari

Non solo tamponi molecolari e test rapidi: la terza via sono i test salivari

Risultati in un paio d’ore.

Non solo tamponi molecolari e test rapidi: la terza via sono i test salivari
Cronaca 03 Dicembre 2020 ore 07:22

All’hotspot dello Juventus Stadium sono stati provati, su alcuni volontari, dei nuovi test salivari. Lo riportano i colleghi di primaTorino.it

Il triste primato di Torino

L’esperimento nasce dalla constatazione di un triste primato: a Torino si è registrato il 75% in più di decessi rispetto alla media nelle città del Nord, e il 46% in più per quelle del Centrosud come riporta il ministero della Salute. Una percentuale che rende necessarie delle misure specifiche e infatti ieri i partiti di opposizione in Consiglio regionale hanno firmato l’ordine del giorno in cui si chiede il monitoraggio dell’intera popolazione piemontese con tampone antigenico rapido e la ricerca di nuove soluzioni, tra queste ci sarebbero proprio i test salivari.

Di cosa si tratta

I test sono stati sviluppati dall’Università e sono decisamente meno invasivi rispetto al tampone naso-faringeo: la saliva verrebbe prelevata con una “pipetta” e poi analizzata in laboratorio. Inoltre sarebbe decisamente economici con un costo di 3-4 euro al massimo. Per il momento però l’attendibilità dei test non è ancora certa e il tampone tradizionale resta per il momento il test più efficace anche se abbastanza doloroso.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità