Cronaca
Già condannato in passato

Novara ladro seriale, beccato grazie ai tatuaggi, finisce davanti al giudice

Era diventato il terrore dei commercianti del centro

Novara ladro seriale, beccato grazie ai tatuaggi, finisce davanti al giudice
Novara Aggiornamento:

Ladro “tatuato” davanti al giudice. E’ stata fissata in questi giorni di inizio settembre, davanti al gup del tribunale di Novara, l’udienza preliminare nei confronti di G. B., 30 anni, residente in città, chiamato a rispondere di (almeno) sette episodi di furto, alcuni solo tentati, avvenuti nel periodo compreso fra il 21 agosto e il 22 settembre dello scorso anno.

I fatti

La Procura ha chiuso le indagini e chiesto il processo. I colpi, stando a quanto emerso, erano accaduti nel centro novarese, tanto che G. B. era diventato l’incubo dei commercianti. Un ladro seriale che forzava serrande e infrangeva finestre e poi, approfittando del buio, rubava l’incasso di giornata (di solito poche centinaia di euro) o qualche piccolo utensile o tablet. Era entrato, tra l’altro, in una palestra, in una gelateria, in una profumeria, ma anche all’Asl e all’università del Piemonte Orientale.

Si è fatto però fregare da un particolare messo a fuoco dagli investigatori durante il controllo delle telecamere di videosorveglianza: i tatuaggi sul corpo che hanno permesso di identificarlo e arrestarlo. Il trentenne, va detto, è stato già condannato nel recente passato, rimediando 5 anni di reclusione per rapina impropria e furto in un supermercato.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali