Guardia di finanza

Novara percepivano il reddito di cittadinanza senza averne diritto: 5 denunciati

Le frodi scoperte nel 2020 dai Reparti in danno della spesa previdenziale, assistenziale e sanitaria sono state pari a 85.747 euro

Novara percepivano il reddito di cittadinanza senza averne diritto: 5 denunciati
Cronaca Novara, 03 Luglio 2021 ore 06:40

Nel corso del 2020 la Guardia di Finanza ha dedicato una particolare attenzione agli illeciti in materia di spesa pubblica e a tutte le condotte che, mettendo a rischio la legalità e la trasparenza che devono connotare l’azione della Pubblica amministrazione, pregiudicano la corretta allocazione delle risorse, favorendo sprechi, truffe, malversazioni e indebite percezioni.

Le operazioni

53 sono gli interventi complessivamente svolti a tutela dei principali flussi di spesa, dagli appalti agli incentivi alle imprese, dalla spesa sanitaria alle erogazioni a carico del sistema previdenziale, dai fondi europei alla responsabilità per danno erariale.
Le frodi scoperte dai Reparti in danno della spesa previdenziale, assistenziale e sanitaria sono state pari a 85.747 euro, con un numero di soggetti denunciati complessivamente pari a 8.
Si tratta di attività che hanno quasi sempre una ricaduta sul versante erariale, nell’ambito del quale sono stati segnalati alla Magistratura contabile danni per 30.614.428 euro, a carico di 22 soggetti.

Reddito di cittadinanza

Tra i controlli in materia di prestazioni sociali agevolate, il Corpo ha realizzato uno specifico dispositivo operativo volto al contrasto dei fenomeni di illecita apprensione del “reddito di cittadinanza”. Gli interventi svolti in quest’ultimo ambito, anche con il contributo dell’INPS, sono stati indirizzati, in maniera puntuale e selettiva, nei confronti delle posizioni connotate da concreti elementi di rischio e hanno permesso di denunciare, per le ipotesi di reato previste dalla normativa di settore, 5 soggetti.

Le persone denunciate per i reati in materia di appalti, corruzione e altri delitti contro la Pubblica amministrazione è stata verbalizzata, ai fini amministrativi, una persona ricostruendo importi irregolarmente percepiti da dipendenti pubblici per 376.251 euro.