centro storico

Novara, via libera al parcheggio sotterraneo

Un'opera «fondamentale», che apre la strada alla pedonalizzazione di piazza Martiri.

Novara, via libera al parcheggio sotterraneo
Novara, 13 Dicembre 2019 ore 07:15

Novara, il parcheggio sotterraneo si farà. Con l’approvazione da parte della Giunta comunale dello schema di accordo procedimentale con la Diocesi di Novara e la Società Parcheggi Centro Duomo srl, si dà avvio di fatto alla variante finalizzata alla realizzazione del nuovo parcheggio della Curia.

Parcheggio sotterraneo, «un’opera fondamentale per la città»

«Con quest’ultima delibera di Giunta – commenta il sindaco  Alessandro Canelli – diamo il via all’iter per la realizzazione di un’opera fondamentale per la città, con molteplici benefici che ricadranno sul territorio: sarà più semplice individuare parcheggi nei pressi del centro storico, ma soprattutto verrà riqualificata e sistemata quest’area. Il tutto come premessa per una visione più ampia e futura sulla città».

Previsti 279 posti auto totali

Il progetto per la realizzazione del parcheggio ubicato tra via Dominioni, via Solaroli e Largo Cantelli prevede la costruzione di tre piani interrati più un piano superficie. 279 i posti auto totali e 4 posti per le moto. Di questi, 247 posti auto aperti nei tre piani interrati e 31 posti auto con 6 posti disabili a piano strada. L’opera verrà realizzata da Società Parcheggi Centro Duomo, costo totale 8 milioni di euro.
Nell’ambito del progetto del nuovo parcheggio, saranno incrementate anche le aree a verde con un aumento significativo delle stesse che passerebbero dai 467 metri quadrati attuali a 1793 mq futuri.

Via libera alla pedonalizzazione di piazza Martiri

«Un progetto – conclude Canelli – la cui realizzazione permetterà di snellire il traffico che oggi grava in quella zona, migliorandone le condizioni di circolazione e di attraversamento specie per via Dominioni, dove è prevista una rotatoria. A quel punto, sarà davvero possibile disegnare una città ancora più a misura di uomo con la possibilità di trasformare finalmente dopo tanti anni piazza Martiri in uno spazio di ampio respiro riservato esclusivamente ai pedoni».