Novaresi dell’anno: ecco i nomi

Novaresi dell'anno: Francesco Martelli, Tracey Pirali e Carlo Robiglio

Novaresi dell’anno: ecco i nomi
17 Gennaio 2019 ore 08:00

Novaresi dell’anno: ecco i nomi.

Novaresi dell’anno

Per il secondo anno l’amministrazione comunale ha proposto un programma condiviso con diverse realtà cittadine per una festa patronale dedicata a tutti. Il sindaco Alessandro Canelli pone l’accento sulla “coralità” delle manifestazioni gaudenziane e sul ventaglio “di proposte – alcune delle quali si sono già tenute o hanno preso avvio nei giorni scorsi – che coniugano la tradizione con la cultura, lo sport, l’arte, la musica, il teatro, l’intrattenimento per i più piccoli. Un grazie di cuore – commenta il sindaco – a tutte quelle associazioni e a quelle Istituzioni che, come ogni anno, hanno lavorato con noi per la città, affinché si rafforzino l’aspetto devozionale e il legame con la realtà alla quale apparteniamo”.

I candidati

Tra i momenti più importanti quello della mattinata del 19 gennaio al Teatro Faraggiana, dove verranno assegnati da parte della Fondazione della Comunità del novarese i premi “Benemeriti della solidarietà” e da parte del Comune l’onorificenza di Novaresi dell’anno 2019 a Francesco Martelli, Tracey Pirali e Carlo Robiglio.
“Come sempre – spiega il sindaco – i nomi dei tre Novaresi dell’anno sono emersi grazie ai suggerimenti della
commissione che ogni anno viene specificamente convocata: la scelta dei novaresi dell’anno è però anche l’occasione per lanciare messaggi alla città, per indicare alla città quale strada stiamo percorrendo e cosa vogliamo valorizzare”. I tre prescelti rappresentano, anche nei loro rispettivi campi professionali, eccellenze della piccola impresa e della ricerca che sono alla base di professi di sviluppo economico e sociale locale. Ad essere premiati saranno quindi Carlo Robiglio, ovvero il massimo rappresentante nazionale della Piccola industria di Confindustria, Francesco Martelli, storico piccolo imprenditore locale che, con la sua azienda familiare, da quasi quarant’anni produce, crea occupazione e sostiene iniziative sociali e culturali nella nostra città, e Tracey Pirali, giovane docente universitaria di Chimica e Tecnologie farmaceutiche che, dopo essere stata brillante studentessa e ricercatrice, ora è anche riuscita ad avviare una nuova attività imprenditoriale, utilizzando la conoscenza e i brevetti sviluppati in Università. “Con il loro costante impegno- riprende il sindaco – con la loro professionalità, con le loro competenze queste persone aiutano quotidianamente la nostra città a crescere e a svilupparsi”. A chiusura dell’appuntamento del 19 gennaio, per la prima volta il Rotary Club Novara San Gaudenzio assegnerà inoltre il premio “Studente meritevole” relativo al 2018.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità