Cronaca
Vita religiosa

Nuove nomine di sacerdoti a Veveri e Omegna

Una nuova avventura professionale per due sacerdoti del territorio

Nuove nomine di sacerdoti a Veveri e Omegna
Cronaca Novara, 20 Luglio 2020 ore 10:02

Nuove nomine di sacerdoti per la parrocchia di Veveri e l'unità pastorale di Omegna.

Nuove nomine annunciate durante il weekend

La Diocesi di Novara ha annunciato due nuove nomine di sacerdoti che andranno a occuparsi della parrocchia di Veveri e dell'unità pastorale missionaria di Omegna. L'annuncio è stato effettuato nel corso delle messe di sabato 18 e domenica 19 luglio e riguarda don Silvio Barbaglia e don Luigi Trentani.

Don Barbaglia a Veveri

Il nuovo parroco di San Maiolo a Veveri sarà il biblista e docente del seminario San Gaudenzio don Silvio Barbaglia. Assumerà ufficialmente l'incarico a partire dal prossimo 1° settembre andando a sostituire don Franco Ghirardi. "Don Franco terminerà ufficialmente la sua responsabilità di parroco il prossimo 31 agosto, ed ha scelto, come sua prossima abitazione, un appartamento privato in zona, così da restare ancora fisicamente vicino a voi – ha scritto il vescovo Franco Giulio Brambilla  - ringrazio don Silvio per la grande generosità e disponibilità ad aggiungere ai suoi molteplici impegni diocesani anche questa nuova responsabilità, certo che saprà aiutarvi a camminare, in comunione con le altre parrocchie della vostra Unità Pastorale Missionaria, nella gioiosa testimonianza a tutti del Signore Gesù".

Don Trentani a Omegna

Una novità importante riguarda anche l'unità pastorale di Omegna. Don Luigi Trentani, per anni penitenziere al santuario della Madonna di Re e prima ancora sacerdote in forza all'Unità pastorale di Castelletto Ticino, aveva chiesto in autunno un periodo di pausa per recuperare le forze e affrontare la convalescenza da una malattia. "Ora, riprese le forze, è pronto ad un nuovo servizio – scrive in una lettera ai fedeli il vicario generale don Fausto Cossalter - non solo nelle Celebrazioni Eucaristiche, ma anche nella pastorale dei malati, in collaborazione con don Ugo, e rendendosi disponibile per il sacramento della Penitenza".

Seguici sui nostri canali