Nuovi incarichi per i sacerdoti che si occupano di pastorale giovanile

Nuovi incarichi per i sacerdoti che si occupano di pastorale giovanile
06 Luglio 2015 ore 21:38

NOVARA – Pastorale giovanile. Nuovi incarichi per i sacerdoti che si occupano di questo settore. Interessate le comunità parrocchiali di Cerano, Trecate, Intra-San Vittore e le comunità pastorali di Omegna, Villadossola, Borgosesia e Castelletto Ticino.

Nelle messe prefestive di sabato 4 e in quelle di domenica 5 luglio, dando lettura di una lettera del Vicario Generale don Fausto Cossalter, i parroci delle parrocchie di Cerano, Trecate, Omegna, Villadossola, Borgosesia, Intra-San Vittore e Castelletto Ticino, hanno comunicato ai fedeli spostamenti e nuove nomine per alcuni sacerdoti impegnati come coadiutori responsabili della pastorale giovanile locale.

NOVARA – Pastorale giovanile. Nuovi incarichi per i sacerdoti che si occupano di questo settore. Interessate le comunità parrocchiali di Cerano, Trecate, Intra-San Vittore e le comunità pastorali di Omegna, Villadossola, Borgosesia e Castelletto Ticino.

Nelle messe prefestive di sabato 4 e in quelle di domenica 5 luglio, dando lettura di una lettera del Vicario Generale don Fausto Cossalter, i parroci delle parrocchie di Cerano, Trecate, Omegna, Villadossola, Borgosesia, Intra-San Vittore e Castelletto Ticino, hanno comunicato ai fedeli spostamenti e nuove nomine per alcuni sacerdoti impegnati come coadiutori responsabili della pastorale giovanile locale.

La data di avvio del lavoro pastorale nelle nuove parrocchie sarà per tutti il primo settembre.

Don Nicola Salsa lascia Cerano per Omegna. Gli subentra don Mauro Baldi, coadiutore a Trecate, dove rimane. La pastorale giovanile di Cerano gestita insieme a Trecate: un primo passo verso l’Unità Pastorale Missionaria. Anche ad Omegna continua l’esperienza di pastorale giovanile di zona.

Don Salsa lascia si occuperà sempre di oratorio e di giovani anche a Omegna. «Il Vescovo – scrive mons. Cossalter nella lettera al prevosto di Omegna, don Gian Mario Lanfranchini – ha deciso di chiedere a don Nicola Salsa di vivere una nuova esperienza pastorale con te, con don Nur, don Ugo e don Arturo nella vostra Unità pastorale di Omegna, Crusinallo e Germagno e nelle altre parrocchie della zona, occupandosi principalmente della pastorale giovanile». Rivolgendosi alla comunità di Cerano e al parroco don Francesco Gagliazzi, invece, mons. Cossalter, scrive: «La tua comunità di Cerano è ora chiamata a farsi carico con maggior intensità dell’educazione dei ragazzi e dei giovani. Non ci sarà, infatti, un altro sacerdote che sostituirà don Nicola a Cerano, ma sarete chiamati a iniziare una nuova esperienza di comunione e collaborazione con la vicina parrocchia di Trecate. Don Mauro Baldi, coadiutore in quella parrocchia, si renderà presente tra voi per accompagnare nella programmazione la vita dell’oratorio, sostenendo i responsabili che tu indicherai come riferimento per il Centro giovanile di Cerano. La scelta, che il Sinodo novarese sta compiendo, va in questa direzione: non si tratta di livellare o annullare le particolarità di ogni comunità, ma di mettere insieme i doni di ciascuno per un’azione pastorale più efficace».

Don Massimiliano Cristiano lascia l’unità pastorale giovanile di Villadossola per Borgosesia. Gli succede don Andrini, finora responsabile dei giovani delle parrocchie di Castelletto Ticino.

Don Cristiano lascia la responsabilità di coordinatore della pastorale giovanile nella zona di Villadossola (che comprende la città di Villadossola e le sue frazioni, con le Valli Antrona e Anzasca), per occuparsi dei giovani della città di Borgosesia (sulla quale converge tutta la pastorale giovanile delle parrocchie della città), dopo la nomina a parroco di Oleggio del precedente responsabile dell’oratorio, don Massimo Maggiora. A lui succederà don Alberto Andrini, coadiutore di Castelletto.
«Già da alcuni mesi – scrive mons. Cossalter ai fedeli e al parroco di Borgosesia, don Ezio Caretti – ti avevo annunciato la decisione del Vescovo di chiedere a don Massimo Maggiora di assumere una nuova responsabilità come parroco ad Oleggio. Ora è il momento di comunicare a te e alla tua comunità il nome del sacerdote che continuerà a Borgosesia e nell’unità pastorale il lavoro pastorale di don Massimo. Il Vescovo ha deciso di chiedere a don Massimiliano Cristiano, attualmente coadiutore a Villadossola, di collaborare con te, con don Giancarlo e don Roberto a Borgosesia». Alla comunità di Villadossola e al parroco don Massimo Bottarel, scrive: «Desidero ringraziare don Massimiliano per la generosità e disponibilità con cui ha accolto questa nuova proposta. Ogni cambiamento di sacerdote è un momento delicato nella vita di una comunità, ma sono certo che lo vivrete con vero spirito ecclesiale. Don Massimiliano è da soli sei anni a Villadossola, ma sappiamo che ciascuno di noi è chiamato a “seminare” il Vangelo in una comunità, percorrendo un tratto di strada e cedendo poi il testimone ad altri, perché come ci ricorda San Paolo: “Io ho piantato, Apollo ha irrigato, ma era Dio che faceva crescere” (1Cor. 3,6)», e aggiunge: «A don Massimiliano succederà don Alberto Andrini. Don Alberto è sacerdote da sei anni e ha svolto il suo primo ministero nelle parrocchie di Castelletto Ticino. Ha lavorato con grande generosità e viene in Ossola portando il suo entusiasmo per lavorare nell’Unità pastorale in comunione con tutto il vicariato».

A Castelletto arriva don Corno, che lascia Intra. Gli succede don Cavallazzi.
A don Alberto Andrini, trasferito a Villadossola, a Castelletto subentra don Fabrizio Corno, responsabile della pastorale giovanile di Intra San Vittore. Qui gli succede don Riccardo Cavallazzi, nuovo sacerdote ordinato dal vescovo lo scorso 12 giugno. «Desidero ringraziare don Alberto per la generosità e disponibilità con cui ha accolto la proposta di vivere una nuova esperienza – scrive mons. Cossalter ai fedeli di Castelletto e al parroco don Vittorio Moia – Don Alberto è da sei anni con voi ed ha lavorato con passione e intelligenza. So bene che questa scelta porterà con sé la sofferenza del distacco, ma sono certo che accoglierete questo cambiamento con vero spirito ecclesiale. A don Alberto succederà don Fabrizio Corno. Don Fabrizio è prete da undici anni e ha vissuto questo tempo nella pastorale giovanile dell’oratorio San Vittore di Verbania – Intra. Viene con gioia tra voi per continuare il cammino già avviato nelle vostre parrocchie. Sono certo che mentre accoglierete con simpatia e disponibilità don Fabrizio, saprete manifestare la vostra doverosa e grande riconoscenza a don Alberto». Alla Comunità di Intra-San Vittore e al parroco don Costantino Manea scrive: «A don Fabrizio succederà don Riccardo Cavallazzi. Don Riccardo è uno dei due nuovi sacerdoti ordinati lo scorso 12 giugno nella nostra diocesi. E’ originario della parrocchia San Bartolomeo di Borgomanero e viene a San Vittore con l’entusiasmo e la grazia dell’inizio del ministero sacerdotale. Voi peraltro lo conoscete già bene poiché ha vissuto due anni del suo cammino di seminario nell’esperienza pastorale al sabato e domenica proprio a Intra».

mo.c.

 

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei